Un nuovo brand per il trasporto pubblico locale a Udine

Udine, 29 settembre – SAF Autoservizi, già parte del Gruppo Arriva che ne detiene il 60%, nonché parte del consorzio TPL FVG, cambia denominazione in “Arriva Udine”.

“Si tratta di un cambiamento storico – afferma Angelo Costa, amministratore delegato di Arriva Italia e Presidente di Arriva Udineche conferma la nostra volontà di consolidare la presenza a Udine. La valorizzazione del legame con i territori, e i continui investimenti in innovazione e miglioramento del servizio, sono due punti chiave della strategia del Gruppo nei territori in cui opera”. 

La SAF entra a far parte del Gruppo Arriva nel 2004 e da allora il suo schema di governance basato su una struttura di partenariato pubblico-privato, rimane immutato e si conferma un modello di efficienza e una strategia di successo che il Gruppo ha implementato anche in altre realtà in cui opera in partnership con soggetti pubblici. Inoltre, con l’avvio del nuovo contratto del consorzio TPL FVG, si apre un’importante prospettiva di valorizzazione a medio-lungo termine delle risorse aziendali e si conferma l’impegno del Gruppo Arriva a investire per un servizio sempre più efficiente e innovativo.

“Cambia il nome ma l’anima di SAF rimane la stessa – precisa Aniello Semplice, AD di Arriva Udine, Trieste Trasporti e TPL FVGintegrando i valori di una importante realtà locale con quelli di una multinazionale ai vertici del settore della mobilità a livello europeo. Qualità e sostenibilità, ambientale ed economica, innovazione e attenzione ai bisogni del territorio, sono le traiettorie lungo le quali si svilupperà l’azione aziendale”.

“Con questa decisione di SAF, che per ogni friulano è da sempre sinonimo di trasporto pubblico, di cambiare il suo storico nome in Arriva Udine – ha dichiarato il Sindaco di Udine, Pietro Fontanini – si va a inaugurare una nuova stagione che sarà segnata, oltre che da una sempre maggiore attenzione alla qualità del servizio, da un rapporto con il nostro territorio ancora più stretto e virtuoso. Sono certo che, come è avvenuto per SAF, anche il nuovo nome saprà entrare nell’immaginario collettivo della nostra città”.