Condizioni di Viaggio TPL - Arriva Italia - Arriva Italia
Attenzione
Alcune delle funzionalità potrebbero non funzionare correttamente su Internet Explorer. Si consiglia di cambiare browser affinché l'applicazione funzioni correttamente

Scopri le Condizioni di Viaggio TPL di Arriva Italia

Aggiornamento: Giugno 2022

DISPOSIZIONI GENERALI

I passeggeri sono tenuti a rispettare le presenti norme e le prescrizioni esposte sulle vetture e consultabili sul sito www.arriva.it, allo scopo di contribuire al mantenimento delle necessarie condizioni di sicurezza e di regolarità del servizio.

Le Condizioni di Viaggio Straordinarie Covid-19 sono disponibili nella sezione Viaggia con Noi – Viaggia in Sicurezza brescia.arriva.it/viaggiare-in-sicurezza/

01. COMPORTAMENTO IN VETTURA
I passeggeri presenti a bordo sono tenuti a:

  • Mantenere, durante il viaggio, un comportamento dignitoso, e attenersi alle indicazioni segnalate da appositi avvisi e da eventuali disposizioni comunicate dal personale dell’Azienda. I passeggeri che terranno un comportamento scorretto saranno fatti scendere dal veicolo, con riserva di rivalsa per eventuali danni arrecati ai mezzi o al servizio.
  • Non utilizzare i mezzi senza valido titolo di viaggio e/o prenotazione (se questa è obbligatoria).
  • Su richiesta del personale dell’Azienda presentare il titolo di viaggio. Nei casi in cui è previsto (vedi sezione Titoli di Viaggio e Validità delle presenti Condizioni) l’abbonamento deve essere accompagnato dalla tessera di riconoscimento, in mancanza della quale il titolo di viaggio di abbonamento non è ritenuto valido.
  • Occupare sempre tutti i posti a sedere fino a che ve ne sia disponibilità e rimanere seduti per tutta la durata del viaggio.
  • Non occupare più di un posto a sedere e non ingombrare le zone di salita e discesa senza motivo.
  • Non arrecare danni, deteriorare o insudiciare i mezzi o le infrastrutture; il passeggero è tenuto a risarcire tutti i danni arrecati.
  • Non fumare sui mezzi.
  • Agevolare le persone anziane e i disabili durante il viaggio e rispettare le disposizioni relative ai posti a loro riservati.
  • Non sporgersi dai finestrini o gettare oggetti dagli stessi.
  • Non appoggiarsi alle porte e non sostare in prossimità delle zone interessate dal movimento delle porte stesse e nelle altre parti della vettura ove è vietato lo stazionamento.
  • Non utilizzare il segnale di richiesta di fermata se non necessario.
  • Non azionare, salvo casi di pericolo, i comandi per l’apertura di emergenza delle porte o qualsiasi altro dispositivo di emergenza.
  • Non danneggiare, sporcare, rimuovere, manomettere parti delle vetture e delle apparecchiature o attrezzature di bordo.
  • Non distrarre, impedire o ostacolare in qualsiasi modo il conducente nell’esercizio delle sue funzioni.
  • Non salire a bordo del mezzo in condizioni tali da non consentire la corretta esecuzione del servizio o avere comportamenti tali da arrecare danno o disturbo alle persone presenti.
  • Non salire a bordo del mezzo con oggetti e/o animali che per volume, forme e natura possono essere pericolosi.
  • Non esercitare attività pubblicitaria e commerciale senza il consenso dell’Azienda.
  • Allacciarsi la cintura di sicurezza quando il posto occupato ne fosse provvisto.

I passeggeri che contravvengono a queste disposizioni possono essere rifiutati in vettura dal personale dell’Azienda.

 

02. SALITA E DISCESA
I passeggeri sono invitati a recarsi alla fermata di capolinea/salita, con qualche minuto di anticipo rispetto all’orario previsto di partenza/passaggio del mezzo. La salita e la discesa dai mezzi devono avvenire esclusivamente in corrispondenza delle fermate autorizzate. Ogni fermata è a richiesta; il passeggero deve segnalare per tempo l’intenzione di salire o scendere dal mezzo: per la salita segnalando la propria presenza in corrispondenza delle fermate, per la discesa prenotando la fermata con gli appositi segnalatori presenti in vettura o, in mancanza, informare l’autista. Per la salita e la discesa il passeggero è tenuto a utilizzare le porte contrassegnate con l’apposita segnaletica. Non è ammessa la salita sul mezzo se è già stato raggiunto il numero complessivo massimo di passeggeri previsto dalla carta di circolazione del veicolo.

 

03.TITOLI DI VIAGGIO E VALIDITÀ
Prima di accedere a bordo, il passeggero deve essere in possesso di regolare titolo di viaggio o di documento personale attestante l’ammissione alla libera circolazione sulle autolinee secondo le normative vigenti.
Il titolo può essere acquistato a terra presso le rivendite autorizzate, l’App di Arriva Italia, il portale online e le emettitrici automatiche (dove disponibili) e, se previsto, a bordo bus con denaro contato o di piccolo taglio. L’acquisto a bordo può prevedere un sovrapprezzo stabilito dall’Ente Concedente.
Il titolo di viaggio deve essere convalidato appena saliti a bordo; in caso di mal funzionamento del validatore, il passeggero è tenuto a darne immediato avviso al conducente presentando contemporaneamente il titolo di viaggio.
I passeggeri in possesso di Carte Regionali di Trasporto rilasciate dalle Regioni o di documenti di libera circolazione, al momento della salita sull’autobus, devono esibire al conducente il documento di viaggio. I passeggeri in possesso di abbonamenti devono convalidare il titolo sugli appositi apparati di bordo o, qualora non sia previsto, esibirlo al conducente.
Tutti i titoli di viaggio assolvono la funzione di scontrino fiscale e quindi devono essere conservati integri per tutta la durata del viaggio, onde consentire eventuali controlli fiscali da parte degli organi accertatori. Tali controlli possono essere effettuati sia a bordo del mezzo che nelle immediate vicinanze delle località di fermata.
I passeggeri sono tenuti a esibire il titolo di viaggio a ogni controllo eseguito dal personale addetto. Se non si è in possesso di regolare titolo di viaggio, si incorrerà in una sanzione amministrativa così come previsto dai regolamenti in vigore. Si evidenzia che la sanzione è applicata anche nel caso in cui il passeggero non sia in grado di esibire, ove previsto e contestualmente all’abbonamento, la propria tessera di riconoscimento e/o quando il numero della tessera non è stato riportato sull’abbonamento.
L’Azienda si riserva di esperire ogni azione legale a carico di passeggeri in possesso di titoli di viaggio alterati o non autentici.
Per tutti i dettagli relativi alle sanzioni, si prega di far riferimento alla pagina dedicata https://arriva.it/sanzioni/.

Per eventuali controversie fare riferimento agli uffici preposti (vedi sezione Ricorsi delle presenti Condizioni).

  • LOMBARDIA: Per gli abbonamenti settimanali/mensili Arriva Italia, il titolo di viaggio è valido solo se accompagnato dalla tessera di riconoscimento, sul percorso e nel periodo riportato. Il titolo di abbonamento deve inoltre riportare il numero di tessera dell’utilizzatore. I passeggeri muniti di titoli di viaggio Io Viaggio (IVOP/IVOL) devono conservare lo scontrino di ricarica o ricevuta di pagamento dell’avvenuto acquisto dell’abbonamento, da esibire per i controlli.
  • Gli abbonamenti studenti nell’area di Brescia possono essere acquistati unicamente da studenti previo accertamento del documento di identità e compilazione di autodichiarazione in cui si attesta il possesso del requisito. Gli studenti universitari che vogliano accedere alla convenzione UNIBS INICAT devono presentare o caricare sul portale dichiarazione sostitutiva che comprovi la frequenza di un corso o l’iscrizione all’ateneo.

Per tutti i dettagli relativi ai titoli di viaggio Arriva Italia, si prega di fare riferimento alla sezione Biglietti – Titoli di Viaggi brescia.arriva.it/titoli-di-viaggio/

 

 

04.TRASPORTO BAMBINI E PASSEGGINI
I bambini di statura inferiore al metro, accompagnati da un adulto, viaggiano gratuitamente purché non occupino posti a sedere e comunque nel limite di un bambino per ogni adulto. Quando un passeggero ha con sé più bambini di altezza inferiore al metro, oltre al suo documento di viaggio, deve convalidare un titolo di viaggio ogni due bambini; i bambini ammessi a viaggiare gratuitamente, non hanno diritto di occupare posti a sedere e devono pertanto essere tenuti in grembo.
Il trasporto dei passeggini a bordo degli autobus può essere accettato solo se attuato in assoluta sicurezza. Per questo motivo, al passeggero è data facoltà di salire sull’autobus con il passeggino aperto esclusivamente nel caso in cui il veicolo sia provvisto degli appositi alloggiamenti e/o attacchi per i disabili e questi, comunque, non siano già stati impegnati.
ATTENZIONE: in presenza di una sola postazione il passeggero con disabilità in carrozzina ha sempre la precedenza. Si invita pertanto se necessario a lasciarla libera provvedendo a chiudere il passeggino o la carrozzina. In caso contrario, il passeggero può accedere sul mezzo con il passeggino purché quest’ultimo sia stato richiuso e non provochi alcun intralcio e/o situazione di pericolo per gli altri passeggeri.
TITOLO “Io Viaggio in Famiglia” LOMBARDIA: I ragazzi minori di 14 anni viaggiano gratis quando accompagnati da un familiare (genitori, nonni, zii, fratelli/sorelle) in possesso di un titolo di viaggio o valido. L’agevolazione è rivolta anche a chi non è residente in Lombardia.

 

 

05.TRASPORTO OGGETTI E BAGAGLI
Ogni passeggero può trasportare gratuitamente un solo bagaglio purché le dimensioni non siano superiori a 50x30x25 cm; per ogni ulteriore bagaglio e per quelli che eccedono le dimensioni suddette deve essere acquistato il relativo titolo di viaggio alla tariffa in vigore. Il bagaglio non può mai occupare i posti a sedere e non deve ingombrare porte e piattaforme. Sono esclusi dal trasporto i bagagli contenenti merci pericolose, nocive o infiammabili; l’Azienda si riserva di rivalersi sul passeggero per eventuali danni causati dalla natura del suo bagaglio. L’Azienda risponde della perdita e delle avarie al bagaglio dei passeggeri se determinate da cause imputabili al vettore stesso e comunque il risarcimento del danno non può eccedere i limiti previsti dalle Leggi 202/1954 e 450/1985.37.

Per tutti i dettagli relativi alle tariffe Arriva Italia, si prega di fare riferimento alla sezione Biglietti – Titoli di Viaggio brescia.arriva.it/titoli-di-viaggio/

06.TRASPORTO DI MONOPATTINI E BICICLETTE PIEGHEVOLI
È ammesso il trasporto di monopattini e biciclette, elettrici e non, alle seguenti condizioni:

  • Il veicolo deve essere caricato piegato e deve avere un ingombro comunque non superiore a 80x110x40 cm.
  • È necessario provvedere al pagamento del titolo di viaggio previsto dalle tariffe in vigore.
  • Il numero di veicoli ammessi a bordo dipende dalle condizioni di affollamento e dalla tipologia di mezzo; l’autista, a propria discrezione, in funzione della situazione contingente, può rifiutare l’ammissione a bordo del veicolo al fine di tutelare la sicurezza e il confort dei passeggeri a bordo.
  • Il veicolo deve essere riposto in modo tale da non arrecare intralcio e di non costituire un pericolo per gli altri passeggeri; in nessun caso può essere riposto nelle cappelliere. Il proprietario deve farsi carico di controllare in ogni momento del viaggio la condizione di stoccaggio del veicolo.
  • L’Azienda non risponde di eventuali danni subiti dal veicolo nel corso del viaggio; il proprietario è responsabile di eventuali danni subiti da terzi e dal mezzo causati dal veicolo.

 

07.TRASPORTO ANIMALI DOMESTICI
Ogni passeggero, munito di titolo di viaggio, può portare con sé un animale domestico di piccola taglia a condizione che non arrechi disturbo agli altri passeggeri e che allo stesso sia stato applicato un congegno atto a renderlo inoffensivo (museruola, guinzaglio, gabbiette, scatole, etc.); per i cani è fatto l’obbligo di applicare la museruola e il guinzaglio. Il trasporto di animali al seguito comporta l’acquisto del relativo titolo di viaggio secondo le tariffe in vigore. Durante il trasporto è cura dell’accompagnatore evitare che l’animale salga sui sedili, insudici o deteriori il mezzo o rechi danni ai passeggeri; qualora ciò accada, l’accompagnatore è tenuto al risarcimento degli eventuali danni. I cani guida per non vedenti sono ammessi a viaggiare gratuitamente, a meno che il non vedente sia assistito da accompagnatore al quale è riconosciuto il diritto di viaggiare gratuitamente. Per i cani guida e i cani in dotazione alle Forze Armate, Vigili del Fuoco e Protezione Civile non è obbligatorio l’utilizzo della museruola. Il trasporto di animali, esclusi i cani guida, può essere rifiutato in caso di affollamento dell’autobus.

Per i dettagli relativi alle tariffe Arriva Italia, si prega di fare riferimento alla sezione Biglietti – Titoli di Viaggio brescia.arriva.it/titoli-di-viaggio/

 

08.FORZE DELL’ORDINE
Gli agenti e ufficiali per usufruire della circolazione gratuita devono presentarsi al conducente esibendo il tesserino personale di riconoscimento o distintivo di appartenenza al Corpo; all’occorrenza devono prestare assistenza al personale nei casi di accertamento dell’identità dei passeggeri non in regola con le disposizioni di viaggio e intervenire per il ripristino dell’ordine pubblico.

 

09.OGGETTI SMARRITI
Tutte le informazioni su come ritrovare quanto smarrito a bordo dei mezzi possono essere richieste compilando l’apposito modulo presente nella sezione Assistenza – Oggetti Smarriti brescia.arriva.it/oggetti-smarriti/, oppure contattando il nostro Ufficio Oggetti Smarriti al contact center +39 035 28 9000 (operativo dal lunedì al venerdì feriali dalle 8.00 alle 18.00).
Se possibile, sarà cura di Arriva Italia contattare il legittimo proprietario e invitarlo al ritiro dell’oggetto smarrito. Ove non vi sia riferimento certo della proprietà, l’oggetto viene tenuto a disposizione del legittimo proprietario, per il suo ritiro, nei termini di legge:

ARRIVA ITALIA – SEDE di BRESCIA: via Cassala 3/a – 25126 Brescia – dal lunedì al venerdì: 8.00 -12.00 e 14.00 – 16.00.

 

10.ORARI, TARIFFE E COINCIDENZE
Gli orari e le tariffe possono essere modificati, su indicazione dell’Ente Concedente, con apposito avviso sui canali di comunicazione dell’Azienda. Gli orari di passaggio alle fermate intermedie esposti al pubblico possono subire variazioni anche durante il loro periodo di validità, in funzione del traffico, delle condizioni metereologiche, casi fortuiti o cause di forza maggiore. L’Azienda declina ogni responsabilità per le conseguenze derivanti da ritardi, mancate coincidenze, scioperi e, in genere, per qualsiasi evento che discenda da cause non dipendenti dalla propria organizzazione.

 

11.INDENNIZZI (rimborsi per servizi non effettuati o irregolari)
ARRIVA ITALIA – SEDE di BRESCIA: Si prevedono forme di rimborso solo nel caso in cui, per anomalie imputabili all’Azienda, la partenza avvenga con un ritardo superiore ai 60 minuti e non vi siano altre corse in partenza nello stesso lasso di tempo. Non sono previste forme di rimborso qualora il servizio non venga effettuato o sia irregolare per cause di forza maggiore (interruzioni stradali, scioperi, eventi atmosferici, etc.). Laddove sia previsto, il rimborso consiste nel riconoscimento del titolo di viaggio acquistato e, nel caso di abbonamento, nel riconoscimento del titolo di viaggio di corsa semplice corrispondente alla tariffa della tratta cui si riferisce l’abbonamento.
Qualora il passeggero, per causa motivata e dimostrabile, non potendo usufruire di altri mezzi pubblici di trasporto collettivo, sia costretto a effettuare il viaggio ricorrendo a un altro mezzo di trasporto, l’Azienda riconosce, quale concorso alle spese sostenute e documentate, il rimborso di un importo fino ad un massimo di dieci volte il costo del titolo di viaggio della tratta non effettuata. La richiesta di indennizzo deve essere inoltrata entro 48 ore dal verificarsi dell’evento utilizzando il form alla sezione Assistenza – Segnalazioni e Reclami brescia.arriva.it/reclami-2/ o su apposito modulo presso gli infopoint aziendali, documentando in maniera adeguata il mancato servizio (giorno, fermata, ora, linea, etc.).

 

12. RIMBORSI TITOLI DI VIAGGIO
ARRIVA ITALIA – SEDE di BRESCIA:
Viene riconosciuto il rimborso dell’abbonamento fino che la validità residua del titolo è superiore alla metà di quella complessiva: previa richiesta dell’utente, in carta semplice, evidenziando il proprio IBAN e l’intestatario del C/C, da presentarsi presso lo sportello aziendale di Brescia via Cassala 11 restituendo contestualmente il documento di viaggio;

  • per l’abbonamento annuale, nella misura del 90% della quota relativa ai mesi interi successivi a quello in cui viene restituito;
  • per l’abbonamento mensile, in misura del 90% della quota corrispondente ai giorni interi successivi a quello in cui viene restituito.

Nel caso di abbonamento caricato su app Arriva MyPay, la richiesta di rimborso può essere effettuata tramite il form Contatti brescia.arriva.it/contatti/, inserendo nel messaggio i seguenti dati: Nome e Cognome dell’intestatario dell’abbonamento – E-mail – N. Tessera – Tipologia di abbonamento – Inizio e Fine validità dell’abbonamento – IBAN per rimborso.

I moduli di Richiesta Rimborso Abbonamento sono disponibili nella sezione Biglietti – Titoli di Viaggio brescia.arriva.it/titoli-di-viaggio/

 

13.RISARCIMENTO DANNI PER RESPONSABILITÀ CIVILE
Si prevede il rimborso di eventuali danni a cose e/o persone, cagionati per propria responsabilità, nei seguenti casi:

  • per danni involontariamente provocati a terzi dalla circolazione dei mezzi (compresi i passeggeri trasportati);
  • per smarrimento dei bagagli trasportati (escluso denaro, preziosi e titoli) per i quali è stato pagato il relativo titolo di viaggio: in questo caso l’ammontare massimo riconosciuto è quello previsto dall’art. 2 della Legge n. 450/85; 202/54);
  • per danni involontariamente cagionati agli indumenti.

Per poter accedere al risarcimento il passeggero deve segnalare il fatto al conducente e successivamente contattare l’Azienda che provvederà a esperire le procedure necessarie: Arriva Italia – via Trebazio, 1 Milano – pec arriva@pec.arriva.it. Per ogni ulteriore informazione è possibile contattare il contact center: +39 035 28 9000

 

14.SEGNALAZIONI E RECLAMI
Le segnalazioni riguardanti disservizi, anomalie o irregolarità di servizio, nonché eventuali suggerimenti, possono essere inoltrate per iscritto tramite l’apposito modulo disponibile presso gli sportelli aziendali aperti al pubblico oppure nella sezione Assistenza – Segnalazioni e Reclami https://brescia.arriva.it/reclami-2:
ARRIVA ITALIA – SEDE di BRESCIA:
La risposta all’utente avverrà entro 20 giorni successivi alla presentazione del reclamo o segnalazione; l’utente affinché la segnalazione possa essere correttamente gestita deve specificare le proprie generalità, il proprio recapito, esporre in modo chiaro l’accaduto e trasmettere eventuale documentazione a corredo del reclamo. È garantita la riservatezza dei dati personali (GDPR 2016/679).
È inoltre possibile inoltrare una segnalazione anche attraverso i consorzi Trasporti Brescia Nord e Brescia Trasporti Sud via Cassala 3/a – 25126 Brescia.

 

15.SCIOPERO
La comunicazione di eventuali scioperi è diffusa tramite avvisi sul sito internet, sui canali di comunicazione social e tramite affissione nelle autostazioni.
In caso di sciopero vengono garantiti i servizi nelle apposite fasce orarie indicate nelle comunicazioni al pubblico.
A seconda dei territori, in caso di sciopero, si garantisce l’effettuazione di tutte le corse in partenza:
ARRIVA ITALIA – SEDE di BRESCIA: giorni scolastici: dalle 6.00 alle 9.00 e dalle 11.30 alle 14.30; giorni feriali non scolastici e feriali nel periodo estivo: dalle 6.00 alle 9.00 e dalle 16.30 alle 19.30; giorni festivi: dalle 6.00 alle 9.00 e dalle 11.30 alle 14.30.

 

16.SANZIONI
Le sanzioni amministrative a carico degli utenti trovati sprovvisti del titolo di viaggio o di titolo di viaggio non regolarmente convalidato o non adeguato sono fissate dalle diverse leggi regionali dei territori serviti da Arriva Italia. Per tutti i dettagli sulle sanzioni e relativi importi si prega di far riferimento alla pagina dedicata https://arriva.it/sanzioni/.

 

17.RICORSI
I ricorsi contro le sanzioni per le irregolarità di viaggio possono essere presentati entro 30 giorni dalla data di accertamento della violazione. Possono essere presentati scritti difensivi in carta semplice da far pervenire a: Area Ticketing – Arriva Italia s.r.l – Via Trebazio 1, 20145 Milano, o mezzo pec all’indirizzo arriva@pec.arriva.it con avvertenza che in ogni caso i termini previsti per il pagamento del verbale non vengono interrotti o prorogati.

 

CARTA DELLA MOBILITÀ
La carta della mobilità è disponibili nella sezione Assistenza – Documenti e Moduli brescia.arriva.it/documenti-moduli/.

 

DISPOSIZIONI GENERALI

I passeggeri sono tenuti a rispettare le presenti norme e le prescrizioni esposte sulle vetture e consultabili sul sito www.arriva.it, allo scopo di contribuire al mantenimento delle necessarie condizioni di sicurezza e di regolarità del servizio.

Le Condizioni di Viaggio Straordinarie Covid-19 sono disponibili nella sezione Viaggia con Noi – Viaggia in Sicurezza bergamo.arriva.it/viaggiare-in-sicurezza/

01. COMPORTAMENTO IN VETTURA
I passeggeri presenti a bordo sono tenuti a:

  • Mantenere, durante il viaggio, un comportamento dignitoso, e attenersi alle indicazioni segnalate da appositi avvisi e da eventuali disposizioni comunicate dal personale dell’Azienda. I passeggeri che terranno un comportamento scorretto saranno fatti scendere dal veicolo, con riserva di rivalsa per eventuali danni arrecati ai mezzi o al servizio.
  • Non utilizzare i mezzi senza valido titolo di viaggio e/o prenotazione (se questa è obbligatoria).
  • Su richiesta del personale dell’Azienda presentare il titolo di viaggio. Nei casi in cui è previsto (vedi sezione Titoli di Viaggio e Validità delle presenti Condizioni) l’abbonamento deve essere accompagnato dalla tessera di riconoscimento, in mancanza della quale il titolo di viaggio di abbonamento non è ritenuto valido.
  • Occupare sempre tutti i posti a sedere fino a che ve ne sia disponibilità e rimanere seduti per tutta la durata del viaggio.
  • Non occupare più di un posto a sedere e non ingombrare le zone di salita e discesa senza motivo.
  • Non arrecare danni, deteriorare o insudiciare i mezzi o le infrastrutture; il passeggero è tenuto a risarcire tutti i danni arrecati.
  • Non fumare sui mezzi.
  • Agevolare le persone anziane e i disabili durante il viaggio e rispettare le disposizioni relative ai posti a loro riservati.
  • Non sporgersi dai finestrini o gettare oggetti dagli stessi.
  • Non appoggiarsi alle porte e non sostare in prossimità delle zone interessate dal movimento delle porte stesse e nelle altre parti della vettura ove è vietato lo stazionamento.
  • Non utilizzare il segnale di richiesta di fermata se non necessario.
  • Non azionare, salvo casi di pericolo, i comandi per l’apertura di emergenza delle porte o qualsiasi altro dispositivo di emergenza.
  • Non danneggiare, sporcare, rimuovere, manomettere parti delle vetture e delle apparecchiature o attrezzature di bordo.
  • Non distrarre, impedire o ostacolare in qualsiasi modo il conducente nell’esercizio delle sue funzioni.
  • Non salire a bordo del mezzo in condizioni tali da non consentire la corretta esecuzione del servizio o avere comportamenti tali da arrecare danno o disturbo alle persone presenti.
  • Non salire a bordo del mezzo con oggetti e/o animali che per volume, forme e natura possono essere pericolosi.
  • Non esercitare attività pubblicitaria e commerciale senza il consenso dell’Azienda.
  • Allacciarsi la cintura di sicurezza quando il posto occupato ne fosse provvisto.

I passeggeri che contravvengono a queste disposizioni possono essere rifiutati in vettura dal personale dell’Azienda.

 

02. SALITA E DISCESA
I passeggeri sono invitati a recarsi alla fermata di capolinea/salita, con qualche minuto di anticipo rispetto all’orario previsto di partenza/passaggio del mezzo. La salita e la discesa dai mezzi devono avvenire esclusivamente in corrispondenza delle fermate autorizzate. Ogni fermata è a richiesta; il passeggero deve segnalare per tempo l’intenzione di salire o scendere dal mezzo: per la salita segnalando la propria presenza in corrispondenza delle fermate, per la discesa prenotando la fermata con gli appositi segnalatori presenti in vettura o, in mancanza, informare l’autista. Per la salita e la discesa il passeggero è tenuto a utilizzare le porte contrassegnate con l’apposita segnaletica. Non è ammessa la salita sul mezzo se è già stato raggiunto il numero complessivo massimo di passeggeri previsto dalla carta di circolazione del veicolo.

 

03.TITOLI DI VIAGGIO E VALIDITÀ
Prima di accedere a bordo, il passeggero deve essere in possesso di regolare titolo di viaggio o di documento personale attestante l’ammissione alla libera circolazione sulle autolinee secondo le normative vigenti.
Il titolo può essere acquistato a terra presso le rivendite autorizzate, l’App di Arriva Italia, il portale online e le emettitrici automatiche (dove disponibili) e, se previsto, a bordo bus con denaro contato o di piccolo taglio. L’acquisto a bordo può prevedere un sovrapprezzo stabilito dall’Ente Concedente.
Il titolo di viaggio deve essere convalidato appena saliti a bordo; in caso di mal funzionamento del validatore, il passeggero è tenuto a darne immediato avviso al conducente presentando contemporaneamente il titolo di viaggio.
I passeggeri in possesso di Carte Regionali di Trasporto rilasciate dalle Regioni o di documenti di libera circolazione, al momento della salita sull’autobus, devono esibire al conducente il documento di viaggio. I passeggeri in possesso di abbonamenti devono convalidare il titolo sugli appositi apparati di bordo o, qualora non sia previsto, esibirlo al conducente.
Tutti i titoli di viaggio assolvono la funzione di scontrino fiscale e quindi devono essere conservati integri per tutta la durata del viaggio, onde consentire eventuali controlli fiscali da parte degli organi accertatori. Tali controlli possono essere effettuati sia a bordo del mezzo che nelle immediate vicinanze delle località di fermata.
I passeggeri sono tenuti a esibire il titolo di viaggio a ogni controllo eseguito dal personale addetto. Se non si è in possesso di regolare titolo di viaggio, si incorrerà in una sanzione amministrativa così come previsto dai regolamenti in vigore. Si evidenzia che la sanzione è applicata anche nel caso in cui il passeggero non sia in grado di esibire, ove previsto e contestualmente all’abbonamento, la propria tessera di riconoscimento e/o quando il numero della tessera non è stato riportato sull’abbonamento.
L’Azienda si riserva di esperire ogni azione legale a carico di passeggeri in possesso di titoli di viaggio alterati o non autentici.
Per tutti i dettagli relativi alle sanzioni, si prega di far riferimento alla pagina dedicata https://arriva.it/sanzioni/.

Per eventuali controversie fare riferimento agli uffici preposti (vedi sezione Ricorsi delle presenti Condizioni).

  • LOMBARDIA: Per gli abbonamenti settimanali/mensili Arriva Italia, il titolo di viaggio è valido solo se accompagnato dalla tessera di riconoscimento, sul percorso e nel periodo riportato. Il titolo di abbonamento deve inoltre riportare il numero di tessera dell’utilizzatore. I passeggeri muniti di titoli di viaggio Io Viaggio (IVOP/IVOL) devono conservare lo scontrino di ricarica o ricevuta di pagamento dell’avvenuto acquisto dell’abbonamento, da esibire per i controlli.
  • Gli abbonamenti studenti nell’area di Bergamo/Lecco possono essere acquistati unicamente da studenti fino a 26 anni di età (compresi) previo accertamento del documento di identità e compilazione di autodichiarazione in cui si attesta il possesso del requisito.

Per tutti i dettagli relativi ai titoli di viaggio Arriva Italia, si prega di fare riferimento alla sezione Biglietti – Titoli di Viaggi bergamo.arriva.it/titoli-di-viaggio/

 

04.TRASPORTO BAMBINI E PASSEGGINI
I bambini di statura inferiore al metro, accompagnati da un adulto, viaggiano gratuitamente purché non occupino posti a sedere e comunque nel limite di un bambino per ogni adulto. Quando un passeggero ha con sé più bambini di altezza inferiore al metro, oltre al suo documento di viaggio, deve convalidare un titolo di viaggio ogni due bambini; i bambini ammessi a viaggiare gratuitamente, non hanno diritto di occupare posti a sedere e devono pertanto essere tenuti in grembo.
Il trasporto dei passeggini a bordo degli autobus può essere accettato solo se attuato in assoluta sicurezza. Per questo motivo, al passeggero è data facoltà di salire sull’autobus con il passeggino aperto esclusivamente nel caso in cui il veicolo sia provvisto degli appositi alloggiamenti e/o attacchi per i disabili e questi, comunque, non siano già stati impegnati.
ATTENZIONE: in presenza di una sola postazione il passeggero con disabilità in carrozzina ha sempre la precedenza. Si invita pertanto se necessario a lasciarla libera provvedendo a chiudere il passeggino o la carrozzina. In caso contrario, il passeggero può accedere sul mezzo con il passeggino purché quest’ultimo sia stato richiuso e non provochi alcun intralcio e/o situazione di pericolo per gli altri passeggeri.
TITOLO “Io Viaggio in Famiglia” LOMBARDIA: I ragazzi minori di 14 anni viaggiano gratis quando accompagnati da un familiare (genitori, nonni, zii, fratelli/sorelle) in possesso di un titolo di viaggio o valido. L’agevolazione è rivolta anche a chi non è residente in Lombardia.

 

05.TRASPORTO OGGETTI E BAGAGLI
Ogni passeggero può trasportare gratuitamente un solo bagaglio purché le dimensioni non siano superiori a 50x30x25 cm; per ogni ulteriore bagaglio e per quelli che eccedono le dimensioni suddette deve essere acquistato il relativo titolo di viaggio alla tariffa in vigore. Il bagaglio non può mai occupare i posti a sedere e non deve ingombrare porte e piattaforme. Sono esclusi dal trasporto i bagagli contenenti merci pericolose, nocive o infiammabili; l’Azienda si riserva di rivalersi sul passeggero per eventuali danni causati dalla natura del suo bagaglio. L’Azienda risponde della perdita e delle avarie al bagaglio dei passeggeri se determinate da cause imputabili al vettore stesso e comunque il risarcimento del danno non può eccedere i limiti previsti dalle Leggi 202/1954 e 450/1985.37.

Per tutti i dettagli relativi alle tariffe Arriva Italia, si prega di fare riferimento alla sezione Biglietti – Titoli di Viaggi bergamo.arriva.it/titoli-di-viaggio/

 

06.TRASPORTO DI MONOPATTINI E BICICLETTE PIEGHEVOLI
È ammesso il trasporto di monopattini e biciclette, elettrici e non, alle seguenti condizioni:

  • Il veicolo deve essere caricato piegato e deve avere un ingombro comunque non superiore a 80x110x40 cm.
  • È necessario provvedere al pagamento del titolo di viaggio previsto dalle tariffe in vigore.
  • Il numero di veicoli ammessi a bordo dipende dalle condizioni di affollamento e dalla tipologia di mezzo; l’autista, a propria discrezione, in funzione della situazione contingente, può rifiutare l’ammissione a bordo del veicolo al fine di tutelare la sicurezza e il confort dei passeggeri a bordo.
  • Il veicolo deve essere riposto in modo tale da non arrecare intralcio e di non costituire un pericolo per gli altri passeggeri; in nessun caso può essere riposto nelle cappelliere. Il proprietario deve farsi carico di controllare in ogni momento del viaggio la condizione di stoccaggio del veicolo.
  • L’Azienda non risponde di eventuali danni subiti dal veicolo nel corso del viaggio; il proprietario è responsabile di eventuali danni subiti da terzi e dal mezzo causati dal veicolo.

 

07.TRASPORTO ANIMALI DOMESTICI
Ogni passeggero, munito di titolo di viaggio, può portare con sé un animale domestico di piccola taglia a condizione che non arrechi disturbo agli altri passeggeri e che allo stesso sia stato applicato un congegno atto a renderlo inoffensivo (museruola, guinzaglio, gabbiette, scatole, etc.); per i cani è fatto l’obbligo di applicare la museruola e il guinzaglio. Il trasporto di animali al seguito comporta l’acquisto del relativo titolo di viaggio secondo le tariffe in vigore. Durante il trasporto è cura dell’accompagnatore evitare che l’animale salga sui sedili, insudici o deteriori il mezzo o rechi danni ai passeggeri; qualora ciò accada, l’accompagnatore è tenuto al risarcimento degli eventuali danni. I cani guida per non vedenti sono ammessi a viaggiare gratuitamente, a meno che il non vedente sia assistito da accompagnatore al quale è riconosciuto il diritto di viaggiare gratuitamente. Per i cani guida e i cani in dotazione alle Forze Armate, Vigili del Fuoco e Protezione Civile non è obbligatorio l’utilizzo della museruola. Il trasporto di animali, esclusi i cani guida, può essere rifiutato in caso di affollamento dell’autobus.

Per tutti i dettagli relativi alle tariffe Arriva Italia, si prega di fare riferimento alla sezione Biglietti – Titoli di Viaggi bergamo.arriva.it/titoli-di-viaggio/

 

08.FORZE DELL’ORDINE
Gli agenti e ufficiali per usufruire della circolazione gratuita devono presentarsi al conducente esibendo il tesserino personale di riconoscimento o distintivo di appartenenza al Corpo; all’occorrenza devono prestare assistenza al personale nei casi di accertamento dell’identità dei passeggeri non in regola con le disposizioni di viaggio e intervenire per il ripristino dell’ordine pubblico.

 

09.OGGETTI SMARRITI
Tutte le informazioni su come ritrovare quanto smarrito a bordo dei mezzi possono essere richieste compilando l’apposito modulo presente nella sezione Assistenza – Oggetti Smarriti bergamo.arriva.it/oggetti-smarriti/, oppure contattando il nostro Ufficio Oggetti Smarriti al contact center +39 035 28 9000 (operativo dal lunedì al venerdì feriali dalle 8.00 alle 18.00).
Se possibile, sarà cura di Arriva Italia contattare il legittimo proprietario e invitarlo al ritiro dell’oggetto smarrito. Ove non vi sia riferimento certo della proprietà, l’oggetto viene tenuto a disposizione del legittimo proprietario, per il suo ritiro, nei termini di legge:

ARRIVA ITALIA – SEDE di BERGAMO: piazza Marconi, 4 – Bergamo – Da lunedì a venerdì dalle ore 8.00 alle ore 18.00 | sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.00
ARRIVA ITALIA – SEDE di LECCO: Via della Pergola 2 – 23900 Lecco

 

10.ORARI, TARIFFE E COINCIDENZE
Gli orari e le tariffe possono essere modificati, su indicazione dell’Ente Concedente, con apposito avviso sui canali di comunicazione dell’Azienda. Gli orari di passaggio alle fermate intermedie esposti al pubblico possono subire variazioni anche durante il loro periodo di validità, in funzione del traffico, delle condizioni metereologiche, casi fortuiti o cause di forza maggiore. L’Azienda declina ogni responsabilità per le conseguenze derivanti da ritardi, mancate coincidenze, scioperi e, in genere, per qualsiasi evento che discenda da cause non dipendenti dalla propria organizzazione.

 

11.INDENNIZZI (rimborsi per servizi non effettuati o irregolari)
ARRIVA ITALIA – SEDE di BERGAMO e LECCO: Si prevedono forme di rimborso solo nel caso in cui, per anomalie imputabili all’Azienda, la partenza avvenga con un ritardo superiore ai 60 minuti e non vi siano altre corse in partenza nello stesso lasso di tempo. Non sono previste forme di rimborso qualora il servizio non venga effettuato o sia irregolare per cause di forza maggiore (interruzioni stradali, scioperi, eventi atmosferici, etc.). Laddove sia previsto, il rimborso consiste nel riconoscimento del titolo di viaggio acquistato e, nel caso di abbonamento, nel riconoscimento del titolo di viaggio di corsa semplice corrispondente alla tariffa della tratta cui si riferisce l’abbonamento.
Qualora il passeggero, per causa motivata e dimostrabile, non potendo usufruire di altri mezzi pubblici di trasporto collettivo, sia costretto a effettuare il viaggio ricorrendo a un altro mezzo di trasporto, l’Azienda riconosce, quale concorso alle spese sostenute e documentate, il rimborso di un importo fino ad un massimo di dieci volte il costo del titolo di viaggio della tratta non effettuata. La richiesta di indennizzo deve essere inoltrata entro 48 ore dal verificarsi dell’evento utilizzando il form alla sezione Assistenza – Segnalazioni e Reclami bergamo.arriva.it/reclami-2/ o su apposito modulo presso gli infopoint aziendali, documentando in maniera adeguata il mancato servizio (giorno, fermata, ora, linea, etc.).

 

12.RIMBORSI TITOLI DI VIAGGIO
ARRIVA ITALIA – SEDE di BERGAMO e LECCO:

Bergamo: Viene riconosciuto il rimborso dell’abbonamento prima della scadenza: previa richiesta in carta semplice, evidenziando il proprio IBAN e l’intestatario del C/C, da presentarsi presso lo sportello aziendale di Bergamo in Piazzale Marconi 4 restituendo contestualmente il documento di viaggio:

  • per l’abbonamento annuale, nella misura del 90% della quota relativa ai mesi interi successivi a quello in cui viene restituito (esclusi luglio – agosto per l’annuale studenti);
  • per l’abbonamento mensile, nella misura del 90% della quota relativa ai giorni interi successivi a quello in cui viene restituito.

Lecco: Viene riconosciuto il rimborso dell’abbonamento fino a che la validità residua del titolo è superiore alla metà di quella complessiva: previa richiesta dell’utente, in carta semplice, evidenziando il proprio IBAN e l’intestatario del C/C, da presentarsi presso la sede aziendale di Via della Pergola 2 a Lecco restituendo contestualmente il documento di viaggio:

  • per l’abbonamento annuale, nella misura del 90% della quota relativa ai mesi interi successivi a quello in cui viene restituito;
  • per l’abbonamento mensile, in misura del 90% della quota corrispondente ai giorni interi successivi a quello in cui viene restituito.

Nel caso di abbonamento caricato su app Arriva MyPay, la richiesta di rimborso può essere effettuata tramite il form Contatti bergamo.arriva.it/contatti/, inserendo nel messaggio i seguenti dati: Nome e Cognome dell’intestatario dell’abbonamento – E-mail – N. Tessera – Tipologia di abbonamento – Inizio e Fine validità dell’abbonamento – IBAN per rimborso e l’intestatario del C/C.

I moduli di Richiesta Rimborso Abbonamento sono disponibili nella sezione Biglietti – Titoli di Viaggi bergamo.arriva.it/titoli-di-viaggio/

 

13.RISARCIMENTO DANNI PER RESPONSABILITÀ CIVILE
Si prevede il rimborso di eventuali danni a cose e/o persone, cagionati per propria responsabilità, nei seguenti casi:

  • per danni involontariamente provocati a terzi dalla circolazione dei mezzi (compresi i passeggeri trasportati);
  • per smarrimento dei bagagli trasportati (escluso denaro, preziosi e titoli) per i quali è stato pagato il relativo titolo di viaggio: in questo caso l’ammontare massimo riconosciuto è quello previsto dall’art. 2 della Legge n. 450/85; 202/54);
  • per danni involontariamente cagionati agli indumenti.

Per poter accedere al risarcimento il passeggero deve segnalare il fatto al conducente e successivamente contattare l’Azienda che provvederà a esperire le procedure necessarie: Arriva Italia – via Trebazio, 1 Milano – pec arriva@pec.arriva.it. Per ogni ulteriore informazione è possibile contattare il contact center: +39 035 28 9000.

 

14.SEGNALAZIONI E RECLAMI
Le segnalazioni riguardanti disservizi, anomalie o irregolarità di servizio, nonché eventuali suggerimenti, possono essere inoltrate per iscritto tramite l’apposito modulo disponibile presso gli sportelli aziendali aperti al pubblico oppure nella sezione Assistenza – Segnalazioni e Reclami bergamo.arriva.it/reclami-2/:

ARRIVA ITALIA – SEDE di BERGAMO
La risposta all’utente avverrà entro 30 giorni dalla presentazione del reclamo o segnalazione.
È inoltre possibile inoltrare una segnalazione compilando il form presente nella sezione del sito www.bergamotrasporti.it.
ARRIVA ITALIA – SEDE di LECCO
La risposta all’utente avverrà entro 12 giorni lavorativi dalla presentazione del reclamo o segnalazione.
È inoltre possibile inoltrare una segnalazione anche all’interno della specifica sezione sul sito www.leccotrasporti.it.

 

15.SCIOPERO
La comunicazione di eventuali scioperi è diffusa tramite avvisi sul sito internet, sui canali di comunicazione social e tramite affissione nelle autostazioni.
In caso di sciopero vengono garantiti i servizi nelle apposite fasce orarie indicate nelle comunicazioni al pubblico.
A seconda dei territori, in caso di sciopero, si garantisce l’effettuazione di tutte le corse in partenza:
ARRIVA ITALIA – SEDE di BERGAMO: dalle ore 6.00 alle 8.30 e dalle 12.30 alle 16.00;
ARRIVA ITALIA – SEDE di LECCO: dalle ore 6.00 alle 8.30 e dalle 12.00 alle 15.30.

 

16.SANZIONI
Le sanzioni amministrative a carico degli utenti trovati sprovvisti del titolo di viaggio o di titolo di viaggio non regolarmente convalidato o non adeguato sono fissate dalle diverse leggi regionali dei territori serviti da Arriva Italia. Per tutti i dettagli sulle sanzioni e relativi importi si prega di far riferimento alla pagina dedicata https://arriva.it/sanzioni/.

 

17.RICORSI
I ricorsi contro le sanzioni per le irregolarità di viaggio possono essere presentati entro 30 giorni dalla data di accertamento della violazione. Possono essere presentati scritti difensivi in carta semplice da far pervenire a: Area Ticketing – Arriva Italia s.r.l – Via Trebazio 1, 20145 Milano, o mezzo pec all’indirizzo arriva@pec.arriva.it con avvertenza che in ogni caso i termini previsti per il pagamento del verbale non vengono interrotti o prorogati.

 

18.CARTA DELLA MOBILITÀ
Le carte della mobilità sono disponibili nella sezione Assistenza – Documenti e Moduli bergamo.arriva.it/documenti-modulistica/.

 

DISPOSIZIONI GENERALI

I passeggeri sono tenuti a rispettare le presenti norme e le prescrizioni esposte sulle vetture e consultabili sul sito www.arriva.it, allo scopo di contribuire al mantenimento delle necessarie condizioni di sicurezza e di regolarità del servizio.

Le Condizioni di Viaggio Straordinarie Covid-19 sono disponibili nella sezione Viaggia con Noi – Viaggia in Sicurezza cremona.arriva.it/viaggiare-in-sicurezza/

01.COMPORTAMENTO IN VETTURA
I passeggeri presenti a bordo sono tenuti a:

  • Mantenere, durante il viaggio, un comportamento dignitoso, e attenersi alle indicazioni segnalate da appositi avvisi e da eventuali disposizioni comunicate dal personale dell’Azienda. I passeggeri che terranno un comportamento scorretto saranno fatti scendere dal veicolo, con riserva di rivalsa per eventuali danni arrecati ai mezzi o al servizio.
  • Non utilizzare i mezzi senza valido titolo di viaggio e/o prenotazione (se questa è obbligatoria).
  • Su richiesta del personale dell’Azienda presentare il titolo di viaggio. Nei casi in cui è previsto (vedi sezione Titoli di Viaggio e Validità delle presenti Condizioni) l’abbonamento deve essere accompagnato dalla tessera di riconoscimento, in mancanza della quale il titolo di viaggio di abbonamento non è ritenuto valido.
  • Occupare sempre tutti i posti a sedere fino a che ve ne sia disponibilità e rimanere seduti per tutta la durata del viaggio.
  • Non occupare più di un posto a sedere e non ingombrare le zone di salita e discesa senza motivo.
  • Non arrecare danni, deteriorare o insudiciare i mezzi o le infrastrutture; il passeggero è tenuto a risarcire tutti i danni arrecati.
  • Non fumare sui mezzi.
  • Agevolare le persone anziane e i disabili durante il viaggio e rispettare le disposizioni relative ai posti a loro riservati.
  • Non sporgersi dai finestrini o gettare oggetti dagli stessi.
  • Non appoggiarsi alle porte e non sostare in prossimità delle zone interessate dal movimento delle porte stesse e nelle altre parti della vettura ove è vietato lo stazionamento.
  • Non utilizzare il segnale di richiesta di fermata se non necessario.
  • Non azionare, salvo casi di pericolo, i comandi per l’apertura di emergenza delle porte o qualsiasi altro dispositivo di emergenza.
  • Non danneggiare, sporcare, rimuovere, manomettere parti delle vetture e delle apparecchiature o attrezzature di bordo.
  • Non distrarre, impedire o ostacolare in qualsiasi modo il conducente nell’esercizio delle sue funzioni.
  • Non salire a bordo del mezzo in condizioni tali da non consentire la corretta esecuzione del servizio o avere comportamenti tali da arrecare danno o disturbo alle persone presenti.
  • Non salire a bordo del mezzo con oggetti e/o animali che per volume, forme e natura possono essere pericolosi.
  • Non esercitare attività pubblicitaria e commerciale senza il consenso dell’Azienda.
  • Allacciarsi la cintura di sicurezza quando il posto occupato ne fosse provvisto.

I passeggeri che contravvengono a queste disposizioni possono essere rifiutati in vettura dal personale dell’Azienda.

 

02.SALITA E DISCESA
I passeggeri sono invitati a recarsi alla fermata di capolinea/salita, con qualche minuto di anticipo rispetto all’orario previsto di partenza/passaggio del mezzo. La salita e la discesa dai mezzi devono avvenire esclusivamente in corrispondenza delle fermate autorizzate. Ogni fermata è a richiesta; il passeggero deve segnalare per tempo l’intenzione di salire o scendere dal mezzo: per la salita segnalando la propria presenza in corrispondenza delle fermate, per la discesa prenotando la fermata con gli appositi segnalatori presenti in vettura o, in mancanza, informare l’autista. Per la salita e la discesa il passeggero è tenuto a utilizzare le porte contrassegnate con l’apposita segnaletica. Non è ammessa la salita sul mezzo se è già stato raggiunto il numero complessivo massimo di passeggeri previsto dalla carta di circolazione del veicolo.

 

03.TITOLI DI VIAGGIO E VALIDITÀ
Prima di accedere a bordo, il passeggero deve essere in possesso di regolare titolo di viaggio o di documento personale attestante l’ammissione alla libera circolazione sulle autolinee secondo le normative vigenti.
Il titolo può essere acquistato a terra presso le rivendite autorizzate, l’App di Arriva Italia, il portale online e le emettitrici automatiche (dove disponibili) e, se previsto, a bordo bus con denaro contato o di piccolo taglio. L’acquisto a bordo può prevedere un sovrapprezzo stabilito dall’Ente Concedente.
Il titolo di viaggio deve essere convalidato appena saliti a bordo; in caso di mal funzionamento del validatore, il passeggero è tenuto a darne immediato avviso al conducente presentando contemporaneamente il titolo di viaggio.
I passeggeri in possesso di Carte Regionali di Trasporto rilasciate dalle Regioni o di documenti di libera circolazione, al momento della salita sull’autobus, devono esibire al conducente il documento di viaggio. I passeggeri in possesso di abbonamenti devono convalidare il titolo sugli appositi apparati di bordo o, qualora non sia previsto, esibirlo al conducente.
Tutti i titoli di viaggio assolvono la funzione di scontrino fiscale e quindi devono essere conservati integri per tutta la durata del viaggio, onde consentire eventuali controlli fiscali da parte degli organi accertatori. Tali controlli possono essere effettuati sia a bordo del mezzo che nelle immediate vicinanze delle località di fermata.
I passeggeri sono tenuti a esibire il titolo di viaggio a ogni controllo eseguito dal personale addetto. Se non si è in possesso di regolare titolo di viaggio, si incorrerà in una sanzione amministrativa così come previsto dai regolamenti in vigore. Si evidenzia che la sanzione è applicata anche nel caso in cui il passeggero non sia in grado di esibire, ove previsto e contestualmente all’abbonamento, la propria tessera di riconoscimento e/o quando il numero della tessera non è stato riportato sull’abbonamento.
L’Azienda si riserva di esperire ogni azione legale a carico di passeggeri in possesso di titoli di viaggio alterati o non autentici.
Per tutti i dettagli relativi alle sanzioni, si prega di far riferimento alla pagina dedicata https://arriva.it/sanzioni/.

Per eventuali controversie fare riferimento agli uffici preposti (vedi sezione Ricorsi delle presenti Condizioni).

  • LOMBARDIA: Per gli abbonamenti settimanali/mensili Arriva Italia, il titolo di viaggio è valido solo se accompagnato dalla tessera di riconoscimento, sul percorso e nel periodo riportato. Il titolo di abbonamento deve inoltre riportare il numero di tessera dell’utilizzatore. I passeggeri muniti di titoli di viaggio Io Viaggio (IVOP/IVOL) devono conservare lo scontrino di ricarica o ricevuta di pagamento dell’avvenuto acquisto dell’abbonamento, da esibire per i controlli.
  • Gli abbonamenti studenti nell’area di Cremona possono essere acquistati unicamente da studenti previa compilazione di autodichiarazione in cui si attesta il possesso del requisito.

Per tutti i dettagli relativi ai titoli di viaggio Arriva Italia, si prega di fare riferimento alla sezione Biglietti – Titoli di Viaggio cremona.arriva.it/titoli-di-viaggio/

 

04.TRASPORTO BAMBINI E PASSEGGINI
I bambini di statura inferiore al metro, accompagnati da un adulto, viaggiano gratuitamente purché non occupino posti a sedere e comunque nel limite di un bambino per ogni adulto. Quando un passeggero ha con sé più bambini di altezza inferiore al metro, oltre al suo documento di viaggio, deve convalidare un titolo di viaggio ogni due bambini; i bambini ammessi a viaggiare gratuitamente, non hanno diritto di occupare posti a sedere e devono pertanto essere tenuti in grembo.
Il trasporto dei passeggini a bordo degli autobus può essere accettato solo se attuato in assoluta sicurezza. Per questo motivo, al passeggero è data facoltà di salire sull’autobus con il passeggino aperto esclusivamente nel caso in cui il veicolo sia provvisto degli appositi alloggiamenti e/o attacchi per i disabili e questi, comunque, non siano già stati impegnati.
ATTENZIONE: in presenza di una sola postazione il passeggero con disabilità in carrozzina ha sempre la precedenza. Si invita pertanto se necessario a lasciarla libera provvedendo a chiudere il passeggino o la carrozzina. In caso contrario, il passeggero può accedere sul mezzo con il passeggino purché quest’ultimo sia stato richiuso e non provochi alcun intralcio e/o situazione di pericolo per gli altri passeggeri.
TITOLO “Io Viaggio in Famiglia” LOMBARDIA: I ragazzi minori di 14 anni viaggiano gratis quando accompagnati da un familiare (genitori, nonni, zii, fratelli/sorelle) in possesso di un titolo di viaggio o valido. L’agevolazione è rivolta anche a chi non è residente in Lombardia.

 

05.TRASPORTO OGGETTI E BAGAGLI
Ogni passeggero può trasportare gratuitamente un solo bagaglio purché le dimensioni non siano superiori a 50x30x25 cm; per ogni ulteriore bagaglio e per quelli che eccedono le dimensioni suddette deve essere acquistato il relativo titolo di viaggio alla tariffa in vigore. Il bagaglio non può mai occupare i posti a sedere e non deve ingombrare porte e piattaforme. Sono esclusi dal trasporto i bagagli contenenti merci pericolose, nocive o infiammabili; l’Azienda si riserva di rivalersi sul passeggero per eventuali danni causati dalla natura del suo bagaglio. L’Azienda risponde della perdita e delle avarie al bagaglio dei passeggeri se determinate da cause imputabili al vettore stesso e comunque il risarcimento del danno non può eccedere i limiti previsti dalle Leggi 202/1954 e 450/1985.37.

Per tutti i dettagli relativi alle tariffe Arriva Italia, si prega di fare riferimento alla sezione Biglietti – Titoli di Viaggio cremona.arriva.it/titoli-di-viaggio/

 

06.TRASPORTO DI MONOPATTINI E BICICLETTE PIEGHEVOLI
È ammesso il trasporto di monopattini e biciclette, elettrici e non, alle seguenti condizioni:

  • Il veicolo deve essere caricato piegato e deve avere un ingombro comunque non superiore a 80x110x40 cm.
  • È necessario provvedere al pagamento del titolo di viaggio previsto dalle tariffe in vigore.
  • Il numero di veicoli ammessi a bordo dipende dalle condizioni di affollamento e dalla tipologia di mezzo; l’autista, a propria discrezione, in funzione della situazione contingente, può rifiutare l’ammissione a bordo del veicolo al fine di tutelare la sicurezza e il confort dei passeggeri a bordo.
  • Il veicolo deve essere riposto in modo tale da non arrecare intralcio e di non costituire un pericolo per gli altri passeggeri; in nessun caso può essere riposto nelle cappelliere. Il proprietario deve farsi carico di controllare in ogni momento del viaggio la condizione di stoccaggio del veicolo.
  • L’Azienda non risponde di eventuali danni subiti dal veicolo nel corso del viaggio; il proprietario è responsabile di eventuali danni subiti da terzi e dal mezzo causati dal veicolo.

 

07.TRASPORTO ANIMALI DOMESTICI
Ogni passeggero, munito di titolo di viaggio, può portare con sé un animale domestico di piccola taglia a condizione che non arrechi disturbo agli altri passeggeri e che allo stesso sia stato applicato un congegno atto a renderlo inoffensivo (museruola, guinzaglio, gabbiette, scatole, etc.); per i cani è fatto l’obbligo di applicare la museruola e il guinzaglio. Il trasporto di animali al seguito comporta l’acquisto del relativo titolo di viaggio secondo le tariffe in vigore. Durante il trasporto è cura dell’accompagnatore evitare che l’animale salga sui sedili, insudici o deteriori il mezzo o rechi danni ai passeggeri; qualora ciò accada, l’accompagnatore è tenuto al risarcimento degli eventuali danni. I cani guida per non vedenti sono ammessi a viaggiare gratuitamente, a meno che il non vedente sia assistito da accompagnatore al quale è riconosciuto il diritto di viaggiare gratuitamente. Per i cani guida e i cani in dotazione alle Forze Armate, Vigili del Fuoco e Protezione Civile non è obbligatorio l’utilizzo della museruola. Il trasporto di animali, esclusi i cani guida, può essere rifiutato in caso di affollamento dell’autobus.

Per i dettagli relativi alle tariffe Arriva Italia, si prega di fare riferimento alla sezione Biglietti – Titoli di Viaggio cremona.arriva.it/titoli-di-viaggio/

 

08.FORZE DELL’ORDINE
Gli agenti e ufficiali per usufruire della circolazione gratuita devono presentarsi al conducente esibendo il tesserino personale di riconoscimento o distintivo di appartenenza al Corpo; all’occorrenza devono prestare assistenza al personale nei casi di accertamento dell’identità dei passeggeri non in regola con le disposizioni di viaggio e intervenire per il ripristino dell’ordine pubblico.

 

09.OGGETTI SMARRITI
Tutte le informazioni su come ritrovare quanto smarrito a bordo dei mezzi possono essere richieste compilando l’apposito modulo presente nella sezione Assistenza – Oggetti Smarriti cremona.arriva.it/oggetti-smarriti/, oppure contattando il nostro Ufficio Oggetti Smarriti al contact center +39 035 28 9000 (operativo dal lunedì al venerdì feriali dalle 8.00 alle 18.00).
Se possibile, sarà cura di Arriva Italia contattare il legittimo proprietario e invitarlo al ritiro dell’oggetto smarrito. Ove non vi sia riferimento certo della proprietà, l’oggetto viene tenuto a disposizione del legittimo proprietario, per il suo ritiro, nei termini di legge:
ARRIVA ITALIA – SEDE di CREMONA:  Via Postumia 102 – 26100 Cremona

 

10.ORARI, TARIFFE E COINCIDENZE
Gli orari e le tariffe possono essere modificati, su indicazione dell’Ente Concedente, con apposito avviso sui canali di comunicazione dell’Azienda. Gli orari di passaggio alle fermate intermedie esposti al pubblico possono subire variazioni anche durante il loro periodo di validità, in funzione del traffico, delle condizioni metereologiche, casi fortuiti o cause di forza maggiore. L’Azienda declina ogni responsabilità per le conseguenze derivanti da ritardi, mancate coincidenze, scioperi e, in genere, per qualsiasi evento che discenda da cause non dipendenti dalla propria organizzazione.

 

11.INDENNIZZI (rimborsi per servizi non effettuati o irregolari)
ARRIVA ITALIA – SEDE di CREMONA: il rimborso è riconosciuto solo nei casi di diretta responsabilità dell’Azienda. Conseguentemente, non sono indennizzabili le disfunzioni connesse a cause di forza maggiore, eventi fortuiti, astensione del personale per agitazioni sindacali, eventi atmosferici, cortei, manifestazioni, incidenti e problemi di viabilità. L’indennizzo è riconosciuto ai possessori di abbonamenti settimanali, mensili e annuali. L’indennizzo viene effettuato con biglietti di corsa semplice della medesima tratta dell’abbonamento.
Il diritto all’indennizzo è previsto nei seguenti casi:

  • Corsa non effettuata: in caso di corsa successiva prevista dopo oltre ’60;
  • Guasto ai mezzi: in caso di guasto ad un autobus in servizio in cui non venga garantito il proseguimento del viaggio fino a destinazione con corsa sostitutiva che dovrà pervenire entro ’60.

La richiesta di indennizzo deve essere inoltrata entro 48 ore dal verificarsi dell’evento utilizzando il form alla sezione Assistenza – Segnalazioni e Reclami cremona.arriva.it/reclami-2/ o su apposito modulo presso gli infopoint aziendali, documentando in maniera adeguata il mancato servizio (giorno, fermata, ora, linea, etc.).
È necessario presentare in allegato copia dell’abbonamento e della tessera di riconoscimento. Entro 60 giorni dal ricevimento della richiesta verranno comunicate le modalità di pagamento. Le obbligazioni connesse al contratto di trasporto si prescrivono in un anno.

 

12.RIMBORSI TITOLI DI VIAGGIO
ARRIVA ITALIA – SEDE di CREMONA:
Viene riconosciuto il rimborso dell’abbonamento prima della scadenza previa richiesta dell’utente, in carta semplice, evidenziando il proprio IBAN e l’intestatario del C/C, da presentarsi presso lo sportello aziendale di Cremona in Via Postumia 102 restituendo contestualmente il documento di viaggio:

  • per gli annuali nella misura del 90% della quota relativa ai mesi interi successivi a quello in cui viene restituito (esclusi giugno, luglio e agosto per gli annuali studenti);
  • per i mensili nella misura del 90% della quota relativa ai giorni interi successivi a quello in cui viene restituito;
  • per i settimanali nella misura del 90% dei restanti giorni interi successivi a quello in cui viene restituito o in alternativa, si procede alla variazione della settimana di validità. In entrambi i casi, il rimborso va richiesto entro le ore 12.00 di lunedì.

Nel caso di abbonamento caricato su app Arriva MyPay, la richiesta di rimborso può essere effettuata tramite il form Contatti cremona.arriva.it/contatti-aziendali/, inserendo nel messaggio i seguenti dati: Nome e Cognome dell’intestatario dell’abbonamento – E-mail – N. Tessera – Tipologia di abbonamento – Inizio e Fine validità dell’abbonamento – IBAN per rimborso e l’intestatario del C/C.

I moduli di Richiesta Rimborso Abbonamento sono disponibili nella sezione Biglietti – Titoli di Viaggio cremona.arriva.it/titoli-di-viaggio/

 

13.RISARCIMENTO DANNI PER RESPONSABILITÀ CIVILE
Si prevede il rimborso di eventuali danni a cose e/o persone, cagionati per propria responsabilità, nei seguenti casi:

  • per danni involontariamente provocati a terzi dalla circolazione dei mezzi (compresi i passeggeri trasportati);
  • per smarrimento dei bagagli trasportati (escluso denaro, preziosi e titoli) per i quali è stato pagato il relativo titolo di viaggio: in questo caso l’ammontare massimo riconosciuto è quello previsto dall’art. 2 della Legge n. 450/85; 202/54);
  • per danni involontariamente cagionati agli indumenti.

Per poter accedere al risarcimento il passeggero deve segnalare il fatto al conducente e successivamente contattare l’Azienda che provvederà a esperire le procedure necessarie: Arriva Italia – via Trebazio, 1 Milano – pec arriva@pec.arriva.it. Per ogni ulteriore informazione è possibile contattare il contact center: +39 035 28 9000

 

14.SEGNALAZIONI E RECLAMI
Le segnalazioni riguardanti disservizi, anomalie o irregolarità di servizio, nonché eventuali suggerimenti, possono essere inoltrate per iscritto tramite l’apposito modulo disponibile presso gli sportelli aziendali aperti al pubblico oppure nella sezione Assistenza – Segnalazioni e Reclami cremona.arriva.it/reclami-2/:
ARRIVA ITALIA – SEDE di CREMONA:
La risposta all’utente avverrà entro 30 giorni lavorativi dalla presentazione del reclamo o segnalazione.

 

15.SCIOPERO
La comunicazione di eventuali scioperi è diffusa tramite avvisi sul sito internet, sui canali di comunicazione social e tramite affissione nelle autostazioni.
In caso di sciopero vengono garantiti i servizi nelle apposite fasce orarie indicate nelle comunicazioni al pubblico.
A seconda dei territori, in caso di sciopero, si garantisce l’effettuazione di tutte le corse in partenza:
ARRIVA ITALIA – SEDE di CREMONA: dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle 11.30 alle 14.30.

 

16.SANZIONI
Le sanzioni amministrative a carico degli utenti trovati sprovvisti del titolo di viaggio o di titolo di viaggio non regolarmente convalidato o non adeguato sono fissate dalle diverse leggi regionali dei territori serviti da Arriva Italia. Per tutti i dettagli sulle sanzioni e relativi importi si prega di far riferimento alla pagina dedicata https://arriva.it/sanzioni/.

 

17.RICORSI
I ricorsi contro le sanzioni per le irregolarità di viaggio possono essere presentati entro 30 giorni dalla data di accertamento della violazione. Possono essere presentati scritti difensivi in carta semplice da far pervenire a: Area Ticketing – Arriva Italia s.r.l – Via Trebazio 1, 20145 Milano, o mezzo pec all’indirizzo arriva@pec.arriva.it con avvertenza che in ogni caso i termini previsti per il pagamento del verbale non vengono interrotti o prorogati.

 

18.CARTA DELLA MOBILITÀ
La carta della mobilità è disponibili nella sezione Assistenza – Documenti e Moduli cremona.arriva.it/documenti-e-moduli/.

 

DISPOSIZIONI GENERALI

I passeggeri sono tenuti a rispettare le presenti norme e le prescrizioni esposte sulle vetture e consultabili sul sito www.arriva.it, allo scopo di contribuire al mantenimento delle necessarie condizioni di sicurezza e di regolarità del servizio.

Le Condizioni di Viaggio Straordinarie Covid-19 sono disponibili nella sezione Viaggia con Noi – Viaggia in Sicurezza aosta.arriva.it/viaggiare-in-sicurezza/

01.COMPORTAMENTO IN VETTURA
I passeggeri presenti a bordo sono tenuti a:

  • Mantenere, durante il viaggio, un comportamento dignitoso, e attenersi alle indicazioni segnalate da appositi avvisi e da eventuali disposizioni comunicate dal personale dell’Azienda. I passeggeri che terranno un comportamento scorretto saranno fatti scendere dal veicolo, con riserva di rivalsa per eventuali danni arrecati ai mezzi o al servizio.
  • Non utilizzare i mezzi senza valido titolo di viaggio e/o prenotazione (se questa è obbligatoria).
  • Su richiesta del personale dell’Azienda presentare il titolo di viaggio. Nei casi in cui è previsto (vedi sezione Titoli di Viaggio e Validità delle presenti Condizioni) l’abbonamento deve essere accompagnato dalla tessera di riconoscimento, in mancanza della quale il titolo di viaggio di abbonamento non è ritenuto valido.
  • Occupare sempre tutti i posti a sedere fino a che ve ne sia disponibilità e rimanere seduti per tutta la durata del viaggio.
  • Non occupare più di un posto a sedere e non ingombrare le zone di salita e discesa senza motivo.
  • Non arrecare danni, deteriorare o insudiciare i mezzi o le infrastrutture; il passeggero è tenuto a risarcire tutti i danni arrecati.
  • Non fumare sui mezzi.
  • Agevolare le persone anziane e i disabili durante il viaggio e rispettare le disposizioni relative ai posti a loro riservati.
  • Non sporgersi dai finestrini o gettare oggetti dagli stessi.
  • Non appoggiarsi alle porte e non sostare in prossimità delle zone interessate dal movimento delle porte stesse e nelle altre parti della vettura ove è vietato lo stazionamento.
  • Non utilizzare il segnale di richiesta di fermata se non necessario.
  • Non azionare, salvo casi di pericolo, i comandi per l’apertura di emergenza delle porte o qualsiasi altro dispositivo di emergenza.
  • Non danneggiare, sporcare, rimuovere, manomettere parti delle vetture e delle apparecchiature o attrezzature di bordo.
  • Non distrarre, impedire o ostacolare in qualsiasi modo il conducente nell’esercizio delle sue funzioni.
  • Non salire a bordo del mezzo in condizioni tali da non consentire la corretta esecuzione del servizio o avere comportamenti tali da arrecare danno o disturbo alle persone presenti.
  • Non salire a bordo del mezzo con oggetti e/o animali che per volume, forme e natura possono essere pericolosi.
  • Non esercitare attività pubblicitaria e commerciale senza il consenso dell’Azienda.
  • Allacciarsi la cintura di sicurezza quando il posto occupato ne fosse provvisto.

I passeggeri che contravvengono a queste disposizioni possono essere rifiutati in vettura dal personale dell’Azienda.

 

 

02.SALITA E DISCESA
I passeggeri sono invitati a recarsi alla fermata di capolinea/salita, con qualche minuto di anticipo rispetto all’orario previsto di partenza/passaggio del mezzo. La salita e la discesa dai mezzi devono avvenire esclusivamente in corrispondenza delle fermate autorizzate. Ogni fermata è a richiesta; il passeggero deve segnalare per tempo l’intenzione di salire o scendere dal mezzo: per la salita segnalando la propria presenza in corrispondenza delle fermate, per la discesa prenotando la fermata con gli appositi segnalatori presenti in vettura o, in mancanza, informare l’autista. Per la salita e la discesa il passeggero è tenuto a utilizzare le porte contrassegnate con l’apposita segnaletica. Non è ammessa la salita sul mezzo se è già stato raggiunto il numero complessivo massimo di passeggeri previsto dalla carta di circolazione del veicolo.

 

03.TITOLI DI VIAGGIO E VALIDITÀ
Prima di accedere a bordo, il passeggero deve essere in possesso di regolare titolo di viaggio o di documento personale attestante l’ammissione alla libera circolazione sulle autolinee secondo le normative vigenti.
Il titolo può essere acquistato a terra presso le rivendite autorizzate, l’App di Arriva Italia, il portale online e le emettitrici automatiche (dove disponibili) e, se previsto, a bordo bus con denaro contato o di piccolo taglio. L’acquisto a bordo può prevedere un sovrapprezzo stabilito dall’Ente Concedente.
Il titolo di viaggio deve essere convalidato appena saliti a bordo; in caso di mal funzionamento del validatore, il passeggero è tenuto a darne immediato avviso al conducente presentando contemporaneamente il titolo di viaggio.
I passeggeri in possesso di Carte Regionali di Trasporto rilasciate dalle Regioni o di documenti di libera circolazione, al momento della salita sull’autobus, devono esibire al conducente il documento di viaggio. I passeggeri in possesso di abbonamenti devono convalidare il titolo sugli appositi apparati di bordo o, qualora non sia previsto, esibirlo al conducente.
Tutti i titoli di viaggio assolvono la funzione di scontrino fiscale e quindi devono essere conservati integri per tutta la durata del viaggio, onde consentire eventuali controlli fiscali da parte degli organi accertatori. Tali controlli possono essere effettuati sia a bordo del mezzo che nelle immediate vicinanze delle località di fermata.
I passeggeri sono tenuti a esibire il titolo di viaggio a ogni controllo eseguito dal personale addetto. Se non si è in possesso di regolare titolo di viaggio, si incorrerà in una sanzione amministrativa così come previsto dai regolamenti in vigore. Si evidenzia che la sanzione è applicata anche nel caso in cui il passeggero non sia in grado di esibire, ove previsto e contestualmente all’abbonamento, la propria tessera di riconoscimento e/o quando il numero della tessera non è stato riportato sull’abbonamento.

L’Azienda si riserva di esperire ogni azione legale a carico di passeggeri in possesso di titoli di viaggio alterati o non autentici.
Per tutti i dettagli relativi alle sanzioni, si prega di far riferimento alla pagina dedicata https://arriva.it/sanzioni/.

Per eventuali controversie fare riferimento agli uffici preposti (vedi sezione Ricorsi delle presenti Condizioni).

  • VALLE D’AOSTA: Gli abbonamenti Settimanale, Settimanale Ridotto, Mensile, Mensile Ridotto e borsellino elettronico sono caricati su supporto Smart Card Vd’A Transports la quale viene rilasciata dietro certificato di iscrizione scolastica o autocertificazione unicamente ai residenti in Regione Valle d’Aosta. I titoli di abbonamento e il borsellino elettronico sono rinnovabili presso le rivendite autorizzate.

Per tutti i dettagli relativi ai titoli di viaggio Arriva Italia, si prega di fare riferimento alla sezione Biglietti – Titoli di Viaggio aosta.arriva.it/titoli-di-viaggio-arriva-italia/

 

04.TRASPORTO BAMBINI E PASSEGGINI
I bambini di statura inferiore al metro, accompagnati da un adulto, viaggiano gratuitamente purché non occupino posti a sedere e comunque nel limite di un bambino per ogni adulto. Quando un passeggero ha con sé più bambini di altezza inferiore al metro, oltre al suo documento di viaggio, deve convalidare un titolo di viaggio ogni due bambini; i bambini ammessi a viaggiare gratuitamente, non hanno diritto di occupare posti a sedere e devono pertanto essere tenuti in grembo.
Il trasporto dei passeggini a bordo degli autobus può essere accettato solo se attuato in assoluta sicurezza. Per questo motivo, al passeggero è data facoltà di salire sull’autobus con il passeggino aperto esclusivamente nel caso in cui il veicolo sia provvisto degli appositi alloggiamenti e/o attacchi per i disabili e questi, comunque, non siano già stati impegnati.
ATTENZIONE: in presenza di una sola postazione il passeggero con disabilità in carrozzina ha sempre la precedenza. Si invita pertanto se necessario a lasciarla libera provvedendo a chiudere il passeggino o la carrozzina. In caso contrario, il passeggero può accedere sul mezzo con il passeggino purché quest’ultimo sia stato richiuso e non provochi alcun intralcio e/o situazione di pericolo per gli altri passeggeri.
VALLE D’AOSTA: I bambini di età inferiore ai sei anni, accompagnati da persona adulta, sono trasportati gratuitamente, nel limite di un bambino per ogni adulto.

 

05.TRASPORTO OGGETTI E BAGAGLI
Ogni passeggero può trasportare gratuitamente un solo bagaglio purché le dimensioni non siano superiori a 50x30x25 cm; per ogni ulteriore bagaglio e per quelli che eccedono le dimensioni suddette deve essere acquistato il relativo titolo di viaggio alla tariffa in vigore. Il bagaglio non può mai occupare i posti a sedere e non deve ingombrare porte e piattaforme. Sono esclusi dal trasporto i bagagli contenenti merci pericolose, nocive o infiammabili; l’Azienda si riserva di rivalersi sul passeggero per eventuali danni causati dalla natura del suo bagaglio. L’Azienda risponde della perdita e delle avarie al bagaglio dei passeggeri se determinate da cause imputabili al vettore stesso e comunque il risarcimento del danno non può eccedere i limiti previsti dalle Leggi 202/1954 e 450/1985.37.
VALLE D’AOSTA: Ogni passeggero può trasportare gratuitamente un solo bagaglio purché le dimensioni non siano superiori a 50x30x25 cm, oppure un paio di sci; per ogni ulteriore bagaglio, per quelle che eccedono le dimensioni suddette e per ogni ulteriore paio di sci, deve essere acquistato il relativo titolo di viaggio alla tariffa in vigore.

Per tutti i dettagli relativi alle tariffe Arriva Italia, si prega di fare riferimento alla sezione Biglietti – Titoli di Viaggio aosta.arriva.it/titoli-di-viaggio-arriva-italia/

 

06.TRASPORTO BICICLETTE, MONOPATTINI E BICICLETTE PIEGHEVOLI
È ammesso il trasporto, quando possibile, di biciclette. Per il trasporto di biciclette a bordo è necessario provvedere al pagamento della tariffa in vigore. Le biciclette dovranno essere libere da eventuali borse/zaini installati sul portapacchi, con il manubrio allineato al telaio. L’Azienda non risponde per eventuali danni subiti dalle biciclette a causa di spostamenti nella bagagliera durante il transito, qualora le stesse non siano state riposte dal passeggero nelle borse porta-biciclette.

È ammesso il trasporto di monopattini e biciclette, elettrici e non, alle seguenti condizioni:

  • Il veicolo deve essere caricato piegato e deve avere un ingombro comunque non superiore a 80x110x40 cm.
  • È necessario provvedere al pagamento del titolo di viaggio previsto dalle tariffe in vigore.
  • Il numero di veicoli ammessi a bordo dipende dalle condizioni di affollamento e dalla tipologia di mezzo; l’autista, a propria discrezione, in funzione della situazione contingente, può rifiutare l’ammissione a bordo del veicolo al fine di tutelare la sicurezza e il confort dei passeggeri a bordo.
  • Il veicolo deve essere riposto in modo tale da non arrecare intralcio e di non costituire un pericolo per gli altri passeggeri; in nessun caso può essere riposto nelle cappelliere. Il proprietario deve farsi carico di controllare in ogni momento del viaggio la condizione di stoccaggio del veicolo.
  • L’Azienda non risponde di eventuali danni subiti dal veicolo nel corso del viaggio; il proprietario è responsabile di eventuali danni subiti da terzi e dal mezzo causati dal veicolo.

 

07.TRASPORTO ANIMALI DOMESTICI
Ogni passeggero, munito di titolo di viaggio, può portare con sé un animale domestico di piccola taglia a condizione che non arrechi disturbo agli altri passeggeri e che allo stesso sia stato applicato un congegno atto a renderlo inoffensivo (museruola, guinzaglio, gabbiette, scatole, etc.); per i cani è fatto l’obbligo di applicare la museruola e il guinzaglio. Il trasporto di animali al seguito comporta l’acquisto del relativo titolo di viaggio secondo le tariffe in vigore. Durante il trasporto è cura dell’accompagnatore evitare che l’animale salga sui sedili, insudici o deteriori il mezzo o rechi danni ai passeggeri; qualora ciò accada, l’accompagnatore è tenuto al risarcimento degli eventuali danni. I cani guida per non vedenti sono ammessi a viaggiare gratuitamente, a meno che il non vedente sia assistito da accompagnatore al quale è riconosciuto il diritto di viaggiare gratuitamente. Per i cani guida e i cani in dotazione alle Forze Armate, Vigili del Fuoco e Protezione Civile non è obbligatorio l’utilizzo della museruola. Il trasporto di animali, esclusi i cani guida, può essere rifiutato in caso di affollamento dell’autobus.

Per i dettagli relativi alle tariffe Arriva Italia, si prega di fare riferimento alla sezione Biglietti – Titoli di Viaggio aosta.arriva.it/titoli-di-viaggio-arriva-italia/

 

8.FORZE DELL’ORDINE
Gli agenti e ufficiali per usufruire della circolazione gratuita devono presentarsi al conducente esibendo il tesserino personale di riconoscimento o distintivo di appartenenza al Corpo; all’occorrenza devono prestare assistenza al personale nei casi di accertamento dell’identità dei passeggeri non in regola con le disposizioni di viaggio e intervenire per il ripristino dell’ordine pubblico.

 

9.OGGETTI SMARRITI
Tutte le informazioni su come ritrovare quanto smarrito a bordo dei mezzi possono essere richieste compilando l’apposito modulo presente nella sezione Assistenza – Oggetti Smarriti aosta.arriva.it/oggetti-smarriti/, oppure contattando il nostro Ufficio Oggetti Smarriti al contact center +39 035 28 9000 (operativo dal lunedì al venerdì feriali dalle 8.00 alle 18.00).
Se possibile, sarà cura di Arriva Italia contattare il legittimo proprietario e invitarlo al ritiro dell’oggetto smarrito. Ove non vi sia riferimento certo della proprietà, l’oggetto viene tenuto a disposizione del legittimo proprietario, per il suo ritiro, nei termini di legge:
ARRIVA ITALIA – SEDE di AOSTA:  Strada Pont Suaz, 6 – 11100 Aosta

 

10.ORARI, TARIFFE E COINCIDENZE
Gli orari e le tariffe possono essere modificati, su indicazione dell’Ente Concedente, con apposito avviso sui canali di comunicazione dell’Azienda. Gli orari di passaggio alle fermate intermedie esposti al pubblico possono subire variazioni anche durante il loro periodo di validità, in funzione del traffico, delle condizioni metereologiche, casi fortuiti o cause di forza maggiore. L’Azienda declina ogni responsabilità per le conseguenze derivanti da ritardi, mancate coincidenze, scioperi e, in genere, per qualsiasi evento che discenda da cause non dipendenti dalla propria organizzazione.

 

11.SERVIZI INTERNAZIONALI E FORMALITÀ DI DOGANA E DI POLIZIA
VALLE D’AOSTA: Il passeggero deve attenersi alle disposizioni impartite dalle dogane, dalle autorità fiscali e di polizia o altre autorità amministrative, tanto per ciò che riguarda la propria persona, quanto per ciò che concerne il controllo dei bagagli, colli a mano ecc. Il passeggero deve essere munito di documento d’identità valido. L’Azienda non assume, di fronte al passeggero, alcuna responsabilità nel caso in cui questi non attenendosi alle disposizioni di cui sopra venga fermato dalla polizia di frontiera e di dogana.

 

12.INDENNIZZI (rimborsi per servizi non effettuati o irregolari)
ARRIVA ITALIA – SEDE di AOSTA: Non vengono effettuati rimborsi né per corse in ritardo e/o corse interrotte o soppresse per cause di forza maggiore (es. estemporaneo ed imprevedibile guasto al veicolo), né per avarie agli impianti di riscaldamento e/o aria condizionata del veicolo.

 

13.RISARCIMENTO DANNI PER RESPONSABILITÀ CIVILE
Si prevede il rimborso di eventuali danni a cose e/o persone, cagionati per propria responsabilità, nei seguenti casi:

  • per danni involontariamente provocati a terzi dalla circolazione dei mezzi (compresi i passeggeri trasportati);
  • per smarrimento dei bagagli trasportati (escluso denaro, preziosi e titoli) per i quali è stato pagato il relativo titolo di viaggio: in questo caso l’ammontare massimo riconosciuto è quello previsto dall’art. 2 della Legge n. 450/85; 202/54);
  • per danni involontariamente cagionati agli indumenti.

Per poter accedere al risarcimento il passeggero deve segnalare il fatto al conducente e successivamente contattare l’Azienda che provvederà a esperire le procedure necessarie: Arriva Italia – via Trebazio, 1 Milano – pec arriva@pec.arriva.it. Per ogni ulteriore informazione è possibile contattare il contact center: +39 035 28 9000

 

14.SEGNALAZIONI E RECLAMI
Le segnalazioni riguardanti disservizi, anomalie o irregolarità di servizio, nonché eventuali suggerimenti, possono essere inoltrate per iscritto tramite l’apposito modulo disponibile presso gli sportelli aziendali aperti al pubblico oppure nella sezione Assistenza – Segnalazioni e Reclami aosta.arriva.it/reclami-2/:

ARRIVA ITALIA – SEDE di AOSTA: La risposta all’utente avverrà entro 15 giorni presentazione del reclamo o segnalazione.

 

15.SCIOPERO
La comunicazione di eventuali scioperi è diffusa tramite avvisi sul sito internet, sui canali di comunicazione social e tramite affissione nelle autostazioni.
In caso di sciopero vengono garantiti i servizi nelle apposite fasce orarie indicate nelle comunicazioni al pubblico.
A seconda dei territori, in caso di sciopero, si garantisce l’effettuazione di tutte le corse in partenza:
ARRIVA ITALIA – SEDE di AOSTA: In caso di sciopero garantirà comunque i “servizi minimi” previsti dalla Legge 146/90 così come modificata dalla Legge 83/00.

 

16.SANZIONI
Le sanzioni amministrative a carico degli utenti trovati sprovvisti del titolo di viaggio o di titolo di viaggio non regolarmente convalidato o non adeguato sono fissate dalle diverse leggi regionali dei territori serviti da Arriva Italia. Per tutti i dettagli sulle sanzioni e relativi importi si prega di far riferimento alla pagina dedicata https://arriva.it/sanzioni/.

 

17.RICORSI
I ricorsi contro le sanzioni per le irregolarità di viaggio possono essere presentati entro 30 giorni dalla data di accertamento della violazione. Possono essere presentati scritti difensivi in carta semplice da far pervenire a: Area Ticketing – Arriva Italia s.r.l – Via Trebazio 1, 20145 Milano, o mezzo pec all’indirizzo arriva@pec.arriva.it con avvertenza che in ogni caso i termini previsti per il pagamento del verbale non vengono interrotti o prorogati.

 

18.CARTA DELLA MOBILITÀ
La carta della mobilità è disponibili nella sezione Assistenza – Documenti e Moduli aosta.arriva.it/documenti-e-moduli/.

 

DISPOSIZIONI GENERALI

I passeggeri sono tenuti a rispettare le presenti norme e le prescrizioni esposte sulle vetture e consultabili sul sito www.arriva.it, allo scopo di contribuire al mantenimento delle necessarie condizioni di sicurezza e di regolarità del servizio.

Le Condizioni di Viaggio Straordinarie Covid-19 sono disponibili nella sezione Viaggia con Noi – Viaggia in Sicurezza torino.arriva.it/viaggiare-in-sicurezza/

01.COMPORTAMENTO IN VETTURA
I passeggeri presenti a bordo sono tenuti a:

  • Mantenere, durante il viaggio, un comportamento dignitoso, e attenersi alle indicazioni segnalate da appositi avvisi e da eventuali disposizioni comunicate dal personale dell’Azienda. I passeggeri che terranno un comportamento scorretto saranno fatti scendere dal veicolo, con riserva di rivalsa per eventuali danni arrecati ai mezzi o al servizio.
  • Non utilizzare i mezzi senza valido titolo di viaggio e/o prenotazione (se questa è obbligatoria).
  • Su richiesta del personale dell’Azienda presentare il titolo di viaggio. Nei casi in cui è previsto (vedi sezione Titoli di Viaggio e Validità delle presenti Condizioni) l’abbonamento deve essere accompagnato dalla tessera di riconoscimento, in mancanza della quale il titolo di viaggio di abbonamento non è ritenuto valido.
  • Occupare sempre tutti i posti a sedere fino a che ve ne sia disponibilità e rimanere seduti per tutta la durata del viaggio.
  • Non occupare più di un posto a sedere e non ingombrare le zone di salita e discesa senza motivo.
  • Non arrecare danni, deteriorare o insudiciare i mezzi o le infrastrutture; il passeggero è tenuto a risarcire tutti i danni arrecati.
  • Non fumare sui mezzi.
  • Agevolare le persone anziane e i disabili durante il viaggio e rispettare le disposizioni relative ai posti a loro riservati.
  • Non sporgersi dai finestrini o gettare oggetti dagli stessi.
  • Non appoggiarsi alle porte e non sostare in prossimità delle zone interessate dal movimento delle porte stesse e nelle altre parti della vettura ove è vietato lo stazionamento.
  • Non utilizzare il segnale di richiesta di fermata se non necessario.
  • Non azionare, salvo casi di pericolo, i comandi per l’apertura di emergenza delle porte o qualsiasi altro dispositivo di emergenza.
  • Non danneggiare, sporcare, rimuovere, manomettere parti delle vetture e delle apparecchiature o attrezzature di bordo.
  • Non distrarre, impedire o ostacolare in qualsiasi modo il conducente nell’esercizio delle sue funzioni.
  • Non salire a bordo del mezzo in condizioni tali da non consentire la corretta esecuzione del servizio o avere comportamenti tali da arrecare danno o disturbo alle persone presenti.
  • Non salire a bordo del mezzo con oggetti e/o animali che per volume, forme e natura possono essere pericolosi.
  • Non esercitare attività pubblicitaria e commerciale senza il consenso dell’Azienda.
  • Allacciarsi la cintura di sicurezza quando il posto occupato ne fosse provvisto.

I passeggeri che contravvengono a queste disposizioni possono essere rifiutati in vettura dal personale dell’Azienda.

02.SALITA E DISCESA
I passeggeri sono invitati a recarsi alla fermata di capolinea/salita, con qualche minuto di anticipo rispetto all’orario previsto di partenza/passaggio del mezzo. La salita e la discesa dai mezzi devono avvenire esclusivamente in corrispondenza delle fermate autorizzate. Ogni fermata è a richiesta; il passeggero deve segnalare per tempo l’intenzione di salire o scendere dal mezzo: per la salita segnalando la propria presenza in corrispondenza delle fermate, per la discesa prenotando la fermata con gli appositi segnalatori presenti in vettura o, in mancanza, informare l’autista. Per la salita e la discesa il passeggero è tenuto a utilizzare le porte contrassegnate con l’apposita segnaletica. Non è ammessa la salita sul mezzo se è già stato raggiunto il numero complessivo massimo di passeggeri previsto dalla carta di circolazione del veicolo.

 

03.TITOLI DI VIAGGIO E VALIDITÀ
Prima di accedere a bordo, il passeggero deve essere in possesso di regolare titolo di viaggio o di documento personale attestante l’ammissione alla libera circolazione sulle autolinee secondo le normative vigenti.
Il titolo può essere acquistato a terra presso le rivendite autorizzate, l’App di Arriva Italia, il portale online e le emettitrici automatiche (dove disponibili) e, se previsto, a bordo bus con denaro contato o di piccolo taglio. L’acquisto a bordo può prevedere un sovrapprezzo stabilito dall’Ente Concedente.
Il titolo di viaggio deve essere convalidato appena saliti a bordo; in caso di mal funzionamento del validatore, il passeggero è tenuto a darne immediato avviso al conducente presentando contemporaneamente il titolo di viaggio.
I passeggeri in possesso di Carte Regionali di Trasporto rilasciate dalle Regioni o di documenti di libera circolazione, al momento della salita sull’autobus, devono esibire al conducente il documento di viaggio. I passeggeri in possesso di abbonamenti devono convalidare il titolo sugli appositi apparati di bordo o, qualora non sia previsto, esibirlo al conducente.
Tutti i titoli di viaggio assolvono la funzione di scontrino fiscale e quindi devono essere conservati integri per tutta la durata del viaggio, onde consentire eventuali controlli fiscali da parte degli organi accertatori. Tali controlli possono essere effettuati sia a bordo del mezzo che nelle immediate vicinanze delle località di fermata.
I passeggeri sono tenuti a esibire il titolo di viaggio a ogni controllo eseguito dal personale addetto. Se non si è in possesso di regolare titolo di viaggio, si incorrerà in una sanzione amministrativa così come previsto dai regolamenti in vigore. Si evidenzia che la sanzione è applicata anche nel caso in cui il passeggero non sia in grado di esibire, ove previsto e contestualmente all’abbonamento, la propria tessera di riconoscimento e/o quando il numero della tessera non è stato riportato sull’abbonamento. L’Azienda si riserva di esperire ogni azione legale a carico di passeggeri in possesso di titoli di viaggio alterati o non autentici.
Per tutti i dettagli relativi alle sanzioni, si prega di far riferimento alla pagina dedicata https://arriva.it/sanzioni/.

Per eventuali controversie fare riferimento agli uffici preposti (vedi sezione Ricorsi delle presenti Condizioni).

  • PIEMONTE: Per gli abbonamenti, il titolo di viaggio deve essere caricato sulla tessera personale smart card BIP/PYOU, a esclusione del carnet 20 Corse che viene emesso su formato chip on paper e deve essere accompagnato dalla smart card personale. È possibile rinnovare il proprio abbonamento anche online sul sito ecommerce.extrato.it.

Per tutti i dettagli relativi ai titoli di viaggio Arriva Italia, si prega di fare riferimento alla sezione Biglietti – Titoli di Viaggio torino.arriva.it/titoli-di-viaggio-arriva-italia/

 

04.TRASPORTO BAMBINI E PASSEGGINI
I bambini di statura inferiore al metro, accompagnati da un adulto, viaggiano gratuitamente purché non occupino posti a sedere e comunque nel limite di un bambino per ogni adulto. Quando un passeggero ha con sé più bambini di altezza inferiore al metro, oltre al suo documento di viaggio, deve convalidare un titolo di viaggio ogni due bambini; i bambini ammessi a viaggiare gratuitamente, non hanno diritto di occupare posti a sedere e devono pertanto essere tenuti in grembo.
Il trasporto dei passeggini a bordo degli autobus può essere accettato solo se attuato in assoluta sicurezza. Per questo motivo, al passeggero è data facoltà di salire sull’autobus con il passeggino aperto esclusivamente nel caso in cui il veicolo sia provvisto degli appositi alloggiamenti e/o attacchi per i disabili e questi, comunque, non siano già stati impegnati.
ATTENZIONE: in presenza di una sola postazione il passeggero con disabilità in carrozzina ha sempre la precedenza. Si invita pertanto se necessario a lasciarla libera provvedendo a chiudere il passeggino o la carrozzina. In caso contrario, il passeggero può accedere sul mezzo con il passeggino purché quest’ultimo sia stato richiuso e non provochi alcun intralcio e/o situazione di pericolo per gli altri passeggeri.

 

05.TRASPORTO OGGETTI E BAGAGLI
Ogni passeggero può trasportare gratuitamente un solo bagaglio purché le dimensioni non siano superiori a 50x30x25 cm; per ogni ulteriore bagaglio e per quelli che eccedono le dimensioni suddette deve essere acquistato il relativo titolo di viaggio alla tariffa in vigore. Il bagaglio non può mai occupare i posti a sedere e non deve ingombrare porte e piattaforme. Sono esclusi dal trasporto i bagagli contenenti merci pericolose, nocive o infiammabili; l’Azienda si riserva di rivalersi sul passeggero per eventuali danni causati dalla natura del suo bagaglio. L’Azienda risponde della perdita e delle avarie al bagaglio dei passeggeri se determinate da cause imputabili al vettore stesso e comunque il risarcimento del danno non può eccedere i limiti previsti dalle Leggi 202/1954 e 450/1985.37.

Per tutti i dettagli relativi alle tariffe Arriva Italia, si prega di fare riferimento alla sezione Biglietti – Titoli di Viaggio torino.arriva.it/titoli-di-viaggio-arriva-italia/

 

06.TRASPORTO DI MONOPATTINI E BICICLETTE PIEGHEVOLI
È ammesso il trasporto di monopattini e biciclette, elettrici e non, alle seguenti condizioni:

  • Il veicolo deve essere caricato piegato e deve avere un ingombro comunque non superiore a 80x110x40 cm.
  • È necessario provvedere al pagamento del titolo di viaggio previsto dalle tariffe in vigore.
  • Il numero di veicoli ammessi a bordo dipende dalle condizioni di affollamento e dalla tipologia di mezzo; l’autista, a propria discrezione, in funzione della situazione contingente, può rifiutare l’ammissione a bordo del veicolo al fine di tutelare la sicurezza e il confort dei passeggeri a bordo.
  • Il veicolo deve essere riposto in modo tale da non arrecare intralcio e di non costituire un pericolo per gli altri passeggeri; in nessun caso può essere riposto nelle cappelliere. Il proprietario deve farsi carico di controllare in ogni momento del viaggio la condizione di stoccaggio del veicolo.
  • L’Azienda non risponde di eventuali danni subiti dal veicolo nel corso del viaggio; il proprietario è responsabile di eventuali danni subiti da terzi e dal mezzo causati dal veicolo.

 

07.TRASPORTO ANIMALI DOMESTICI
Ogni passeggero, munito di titolo di viaggio, può portare con sé un animale domestico di piccola taglia a condizione che non arrechi disturbo agli altri passeggeri e che allo stesso sia stato applicato un congegno atto a renderlo inoffensivo (museruola, guinzaglio, gabbiette, scatole, etc.); per i cani è fatto l’obbligo di applicare la museruola e il guinzaglio. Il trasporto di animali al seguito comporta l’acquisto del relativo titolo di viaggio secondo le tariffe in vigore. Durante il trasporto è cura dell’accompagnatore evitare che l’animale salga sui sedili, insudici o deteriori il mezzo o rechi danni ai passeggeri; qualora ciò accada, l’accompagnatore è tenuto al risarcimento degli eventuali danni. I cani guida per non vedenti sono ammessi a viaggiare gratuitamente, a meno che il non vedente sia assistito da accompagnatore al quale è riconosciuto il diritto di viaggiare gratuitamente. Per i cani guida e i cani in dotazione alle Forze Armate, Vigili del Fuoco e Protezione Civile non è obbligatorio l’utilizzo della museruola. Il trasporto di animali, esclusi i cani guida, può essere rifiutato in caso di affollamento dell’autobus.

Per i dettagli relativi alle tariffe Arriva Italia, si prega di fare riferimento alla sezione Biglietti – Titoli di Viaggio torino.arriva.it/titoli-di-viaggio-arriva-italia/

 

08.FORZE DELL’ORDINE
Gli agenti e ufficiali per usufruire della circolazione gratuita devono presentarsi al conducente esibendo il tesserino personale di riconoscimento o distintivo di appartenenza al Corpo; all’occorrenza devono prestare assistenza al personale nei casi di accertamento dell’identità dei passeggeri non in regola con le disposizioni di viaggio e intervenire per il ripristino dell’ordine pubblico.

  • PIEMONTE: Articolo 8 del decreto del Presidente della Repubblica 19 marzo 1955, n. 520 (Riorganizzazione centrale e periferica del Ministero del lavoro e della previdenza sociale): https://www.regione.piemonte.it/

 

09.OGGETTI SMARRITI
Tutte le informazioni su come ritrovare quanto smarrito a bordo dei mezzi possono essere richieste compilando l’apposito modulo presente nella sezione Assistenza – Oggetti Smarriti torino.arriva.it/oggetti-smarriti/, oppure contattando il nostro Ufficio Oggetti Smarriti al contact center +39 035 28 9000 (operativo dal lunedì al venerdì feriali dalle 8.00 alle 18.00).
Se possibile, sarà cura di Arriva Italia contattare il legittimo proprietario e invitarlo al ritiro dell’oggetto smarrito. Ove non vi sia riferimento certo della proprietà, l’oggetto viene tenuto a disposizione del legittimo proprietario, per il suo ritiro, nei termini di legge:

ARRIVA ITALIA – SEDE di TORINO:  Via della Repubblica, 14 – 10095 Grugliasco (TO)

 

10.ORARI, TARIFFE E COINCIDENZE
Gli orari e le tariffe possono essere modificati, su indicazione dell’Ente Concedente, con apposito avviso sui canali di comunicazione dell’Azienda. Gli orari di passaggio alle fermate intermedie esposti al pubblico possono subire variazioni anche durante il loro periodo di validità, in funzione del traffico, delle condizioni metereologiche, casi fortuiti o cause di forza maggiore. L’Azienda declina ogni responsabilità per le conseguenze derivanti da ritardi, mancate coincidenze, scioperi e, in genere, per qualsiasi evento che discenda da cause non dipendenti dalla propria organizzazione.

 

11.SERVIZI INTERNAZIONALI E FORMALITÀ DI DOGANA E DI POLIZIA
PIEMONTE: Il passeggero deve attenersi alle disposizioni impartite dalle dogane, dalle autorità fiscali e di polizia o altre autorità amministrative, tanto per ciò che riguarda la propria persona, quanto per ciò che concerne il controllo dei bagagli, colli a mano ecc. Il passeggero deve essere munito di documento d’identità valido. L’Azienda non assume, di fronte al passeggero, alcuna responsabilità nel caso in cui questi non attenendosi alle disposizioni di cui sopra venga fermato dalla polizia di frontiera e di dogana.

 

12.INDENNIZZI (rimborsi per servizi non effettuati o irregolari)
ARRIVA ITALIA – SEDE di TORINO: Non vengono effettuati rimborsi né per corse in ritardo e/o corse interrotte o soppresse per cause di forza maggiore (es. estemporaneo ed imprevedibile guasto al veicolo), né per avarie agli impianti di riscaldamento e/o aria condizionata del veicolo.

 

13.RIMBORSI TITOLI DI VIAGGIO
ARRIVA ITALIA – SEDE di TORINO:
Non sono ammessi rimborsi parziali o totali per gli abbonamenti, a esclusione di quelli plurimensili e annuali. Il titolo di viaggio di andata/ritorno utilizzato nella sola corsa di andata non è rimborsabile.

  • Abbonamento plurimensile studenti: è possibile rinunciare in qualsiasi momento alla fruizione dell’abbonamento plurimensile studenti prima della scadenza previa richiesta scritta, evidenziando il proprio IBAN, da presentare personalmente agli sportelli di Arriva Italia, unitamente alla smart card sulla quale è caricato il titolo.

L’importo del rimborso sarà calcolato deducendo dal prezzo dell’abbonamento le mensilità utilizzate (calcolate sulla base del corso dell’abbonamento mensile ordinario illimitato corrispondente) e un ulteriore 5% (con un minimo di euro 5,00). Le frazioni di mese sono conteggiate come mensilità intere aggiuntive.

  • Abbonamento annuale: è possibile rinunciare in qualsiasi momento alla fruizione dell’abbonamento annuale illimitato prima della scadenza previa richiesta scritta, evidenziando il proprio IBAN, da presentare personalmente agli sportelli di Arriva Italia, unitamente alla smart card sulla quale è caricato il titolo.

L’importo del rimborso sarà calcolato deducendo dal prezzo dell’abbonamento le mensilità utilizzate (calcolate sulla base del corso dell’abbonamento mensile ordinario illimitato corrispondente) e un ulteriore 5% (con un minimo di euro 5,00). Le frazioni di mese sono conteggiate come mensilità intere aggiuntive.

I moduli di Richiesta Rimborso Abbonamento sono disponibili nella sezione Biglietti – Titoli di Viaggio torino.arriva.it/titoli-di-viaggio-arriva-italia/

 

14.RISARCIMENTO DANNI PER RESPONSABILITÀ CIVILE
Si prevede il rimborso di eventuali danni a cose e/o persone, cagionati per propria responsabilità, nei seguenti casi:

  • per danni involontariamente provocati a terzi dalla circolazione dei mezzi (compresi i passeggeri trasportati);
  • per smarrimento dei bagagli trasportati (escluso denaro, preziosi e titoli) per i quali è stato pagato il relativo titolo di viaggio: in questo caso l’ammontare massimo riconosciuto è quello previsto dall’art. 2 della Legge n. 450/85; 202/54);
  • per danni involontariamente cagionati agli indumenti.

Per poter accedere al risarcimento il passeggero deve segnalare il fatto al conducente e successivamente contattare l’Azienda che provvederà a esperire le procedure necessarie: Arriva Italia – via Trebazio, 1 Milano – pec arriva@pec.arriva.it. Per ogni ulteriore informazione è possibile contattare il contact center: +39 035 28 9000.

 

15.SEGNALAZIONI E RECLAMI
Le segnalazioni riguardanti disservizi, anomalie o irregolarità di servizio, nonché eventuali suggerimenti, possono essere inoltrate per iscritto tramite l’apposito modulo disponibile presso gli sportelli aziendali aperti al pubblico oppure nella sezione Assistenza – Segnalazioni e Reclami /torino.arriva.it/reclami-2/:
ARRIVA ITALIA – SEDE di TORINO: La risposta all’utente avverrà entro 30 giorni presentazione del reclamo o segnalazione. È inoltre possibile inoltrare una segnalazione anche attraverso il consorzio Extrato all’indirizzo mail extrato@extrato.it.

 

16.SCIOPERO
La comunicazione di eventuali scioperi è diffusa tramite avvisi sul sito internet, sui canali di comunicazione social e tramite affissione nelle autostazioni.
In caso di sciopero vengono garantiti i servizi nelle apposite fasce orarie indicate nelle comunicazioni al pubblico.
A seconda dei territori, in caso di sciopero, si garantisce l’effettuazione di tutte le corse in partenza:
ARRIVA ITALIA – SEDE di TORINO: garantisce in caso di sciopero del personale, l’effettuazione delle corse nelle seguenti fasce orarie: dall’inizio del servizio alle ore 8.00 e dalle 12.00 alle 15.00, ai sensi della Legge 12/06/90 n. 146.

 

17.SANZIONI
Le sanzioni amministrative a carico degli utenti trovati sprovvisti del titolo di viaggio o di titolo di viaggio non regolarmente convalidato o non adeguato sono fissate dalle diverse leggi regionali dei territori serviti da Arriva Italia. Per tutti i dettagli sulle sanzioni e relativi importi si prega di far riferimento alla pagina dedicata https://arriva.it/sanzioni/.

 

18.RICORSI
I ricorsi contro le sanzioni per le irregolarità di viaggio possono essere presentati entro 30 giorni dalla data di accertamento della violazione. Possono essere presentati scritti difensivi in carta semplice da far pervenire a: Area Ticketing – Arriva Italia s.r.l – Via Trebazio 1, 20145 Milano, o mezzo pec all’indirizzo arriva@pec.arriva.it con avvertenza che in ogni caso i termini previsti per il pagamento del verbale non vengono interrotti o prorogati.

 

19.CARTA DELLA MOBILITÀ
Le carte della mobilità sono disponibili nella sezione Assistenza – Documenti e Moduli torino.arriva.it/documenti-e-moduli/.