Il Gruppo Arriva sigla una partnership con TomTom Telematics per ridurre le emissioni di CO2

  • Arriva ha firmato un contratto con TomTom Telematics, azienda del Gruppo Bridgestone, per migliorare ulteriormente la qualità del servizio offerto
  • Grazie all’implementazione di innovative tecniche di guida, Arriva punta a ridurre le emissioni di CO2 di oltre 72.000 tonnellate annue
  • La formazione specifica alla guida ecologica e la possibilità di verificare il proprio stile di guida attraverso l’utilizzo di queste tecnologie, aiuterà oltre 32.000 autisti di autobus a effettuare viaggi più confortevoli e sostenibili per i passeggeri

È stata siglata una partnership tra Arriva  uno dei principali Gruppi di trasporto passeggeri a livello internazionale e presente in Italia tramite Arriva Italia e TomTom Telematics, recentemente acquisito da Bridgestone. Grazie a questo progetto, i conducenti di 15.000 autobus distribuiti in 10 paesi, adotteranno uno stile di guida più consapevole e confortevole, permettendo di ottenere un consumo di carburante in linea con standard più elevati riducendo le emissioni inquinanti.

In Italia, Arriva è presente dal 2002 tramite Arriva Italia, che detiene nel mercato italiano una quota di circa il 5%, fornendo servizi di trasporto passeggeri sia a livello urbano sia interurbano principalmente nel nord Italia, oltre a servizi di collegamento con gli aeroporti di Torino e Milano. Attualmente gestisce un portfolio composto da 9 aziende operative, incluse due joint venture con partner locali a Como e Trieste, servizi di trasporto pubblico per circa 100 milioni di bus/km annui, 2.300 mezzi e 3.400 dipendenti.

Arriva si impegna fortemente a ridurre l’impatto globale degli spostamenti, migliorando la qualità dell’aria in città congestionate e minimizzando gli impatti ambientali delle proprie attività. Questo investimento nella tecnologia che consente di fornire agli autisti tutte le informazioni sul loro stile di guida permetterà ad Arriva di ridurre l’utilizzo di carburante dei suoi servizi su strada di oltre il 6% all’anno, tagliando le emissioni di CO2 di oltre 72.000 tonnellate. Una riduzione delle emissioni nocive equivalenti a quelle generate da oltre 15.000 auto nel corso di un anno intero.

L’introduzione dei sistemi TomTom Telematics rappresenta un investimento sui nostri autisti , ha dichiarato Angelo Costa, amministratore delegato Arriva Italia. In ogni loro viaggio i quasi 3000 autisti di Arriva in Italia, devono adottare le procedure più idonee per trasportare in tutta sicurezza i passeggeri a destinazione con il massimo livello di comfort e sicurezza. I nostri conducenti, oltre ad una costante formazione, saranno dotati delle più moderne tecnologie per guidare al meglio delle loro possibilità. Facendo tutto ciò potranno offrire un servizio ancora più sicuro e confortevole ai passeggeri, riducendo inoltre in modo importante l’utilizzo di carburante e le emissioni di CO2″.

Thomas Schmidt, amministratore delegato di TomTom Telematics ha dichiarato: “Arriva ha riconosciuto i benefici che si possono ottenere migliorando l’accessibilità alle informazioni e consentendo ai conducenti di migliorare le loro performance alla guida. La nostra soluzione per la gestione della flotta, WEBFLEET, fornisce ad Arriva informazioni approfondite sulle aree di miglioramento attraverso la sua vasta rete. Ad esempio, evidenzia le inefficienze che influiscono sulla quantità di consumo di carburante in un giorno. Siamo lieti che la nostra innovativa tecnologia continuerà ad aiutare Arriva a realizzare i suoi obiettivi ambientali e operativi a lungo termine“.

Il contratto prevederà l’installazione della tecnologia sulla flotta di autobus Arriva in Croazia, Repubblica Ceca, Italia, Ungheria, Polonia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Paesi Bassi e Regno Unito.

Le aziende Arriva in Danimarca, Portogallo, Serbia e Svezia montano già una diversa tecnologia sui loro autobus.