In occasione della Settimana Europea della Mobilità, l’Amministratore Delegato di Arriva Italia, Angelo Costa, ha rilasciato un’intervista sul nuovo portale digitale dell’azienda

Anche quest’anno la Settimana Europea della Mobilità rappresenta l’occasione ideale per ribadire, ricordare e certamente anche incentivare l’enorme importanza che gli operatori della mobilità rivestono, da attori protagonisti, nel supporto alla ripresa economica post-pandemia e nella lotta al riscaldamento globale.

Il 2020, inevitabilmente, non è stato un anno come gli altri. La pandemia e la conseguente emergenza sanitaria hanno rappresentato una sfida estremamente delicata e complessa non solo per il sistema dei trasporti a ogni livello, ma per l’intera società.

Il primo obiettivo di Arriva Italia è quello di riportare le persone a viaggiare sugli autobus in totale sicurezza; in questo senso, la prima, fondamentale cosa da fare è riconquistare la piena fiducia delle persone tramite un’esperienza di viaggio assolutamente sicura e controllata.

Per questo, in ottemperanza alle norme di sicurezza concordate con enti locali e regioni, gli autobus della nostra flotta vengono sanificati ogni giorno, a bordo è obbligatorio portare la mascherina e vengono attuate misure di distanziamento sociale.

Nonostante la pandemia abbia sconvolto la nostra quotidianità in questi ultimi mesi, non ci siamo dimenticati dell’importanza che riveste la lotta al riscaldamento globale. All’inizio di quest’anno Arriva Italia ha firmato uno storico accordo quadro triennale del valore di oltre 120 milioni di euro per l’acquisto di 555 autobus che viaggeranno, nei prossimi anni, sulle strade di tutto il nord Italia.

Veicoli ecologici e moderni per offrire un’esperienza di viaggio sempre più sicura e confortevole, ma che soprattutto ridurranno enormemente l’impatto ambientale del nostro parco mezzi e diminuiranno significativamente l’età media della flotta a livello addirittura nazionale.

Proprio pochi giorni fa, a Torino, Arriva Italia ha introdotto 23 veicoli IVECO di ultima generazione, per un investimento totale di circa 5 milioni di euro: un’operazione, questa, effettuata nonostante le incertezze derivanti dal contesto economico e dalla mancanza di prospettive chiare sul piano contrattuale per il servizio reso.

Si tratta, tuttavia, di un investimento che Arriva Italia ha voluto fare avendo bene a mente le necessità della comunità locale servita; un investimento quindi voluto e cercato, con l’obiettivo di offrire un’esperienza di viaggio sempre più confortevole, sostenibile e sicura a tutti gli utenti.

Infine, quando si parla di viaggio, bisogna considerare un concetto molto più ampio del trasporto dei passeggeri in sé: l’esperienza di viaggio è composta da varie fasi, e inizia prima di tutto con la pianificazione del proprio spostamento.

Sempre più spesso questa fase avviene tramite canali digitali, quali siti web e travel planner; per questo Arriva Italia, all’inizio di quest’anno, ha dato vita ad un ampio progetto di rinnovamento della presenza online, introducendo un’innovativa piattaforma digitale che include i siti web delle realtà locali e una nuova app che verrà rilasciata entro fine anno.

Questo progetto, di cui siamo molto orgogliosi e che siamo sicuri avrà un impatto molto positivo per gli utenti e renderà molto più semplice e intuitiva sia la pianificazione del viaggio che l’acquisto di titoli e biglietti. Un passo in avanti importante anche dal punto di vista del brand: questo portale infatti aggrega anche i siti web delle aziende locali.

Arriva in Italia, a partire dall’anno prossimo incorporerà le società controllate e, ai suoi utenti, alle istituzioni e agli enti locali si presenterà come una sola azienda, con un solo brand, una sola immagine, una sola voce.

Questo cambiamento permetterà non solo di ottimizzare le risorse, ma anche di presentarsi con un’immagine più coesa, unitaria e forte agli occhi dei partner e, soprattutto, dei passeggeri.