TPL Friuli Venezia Giulia: firmato il contratto decennale tra Regione, Arriva Italia e Consorzio TPL FVG

Dopo l’assegnazione resa nota in agosto, il 14 novembre è stato definitivamente siglato il contratto decennale per servizi su gomma e marittimi dell’intero bacino regionale del Friuli Venezia Giulia, che vede coinvolti TPL FVG la società fondata dalle quattro aziende di trasporto pubblico regionale del Friuli Venezia Giulia, Apt Gorizia, Atap Pordenone e Arriva Italia, tramite la controllata Saf Udine e la collegata Trieste Trasporti, che già oggi gestiscono il servizio.

Le quattro società del consorzio complessivamente trasportano ogni anno oltre 105 milioni di passeggeri per un volume di circa 41 milioni di bus/km con 950 automezzi e 1900 dipendenti.

L’affidamento ha un valore complessivo di 109,3 milioni di euro annui, al netto dell’IVA e una durata di dieci anni, con possibilità di proroga per ulteriori cinque anni.

La firma di questo contratto rappresenta per noi l’inizio di un nuovo viaggio, con benefici sia per i nostri utenti che per i partner locali  – dichiara Angelo Costa, Amministratore Delegato di Arriva Italia. In agosto, il Consiglio di Stato aveva definitivamente respinto il ricorso per revocazione presentato da Busitalia-Sita Nord e Autoguidovie e assegnato a noi e al Consorzio la gestione del servizio. Con la firma ufficializziamo l’inizio del mandato, ribadendo il nostro massimo impegno nel miglioramento del servizio offerto e la nostra vicinanza agli utenti e alle loro necessità”.